Bear Market

Definizione rapida

Copy link to section
Di:
Aggiornato: Jan 20, 2023

Un bear market è quando i prezzi scendono nei mercati finanziari.

Dettagli chiave

Copy link to section
  • Quando si trovano in un bear market, asset come azioni, criptovalute e materie prime stanno sostanzialmente diminuendo di valore nei mercati finanziari.
  • I mercati ribassisti in genere sono correlati a condizioni economiche complessive sfavorevoli come ritiri dei principali indici o recessioni.
  • La vendita allo scoperto – o shorting – è forse il metodo più efficace per generare profitti durante un bear market.

Cos’è un bear market?

Copy link to section

Chiunque sarebbe preoccupato se venisse lasciato da solo in una stanza con un orso; tuttavia, sarebbe ancora più preoccupato se il suddetto orso stesse trascinando verso il basso il valore del tuo portafoglio di investimenti.

Questo è esattamente ciò che accade nel caso di un bear market. È generalmente definito come un calo del prezzo del 20% o più in un periodo di tempo prolungato. Questo potrebbe essere ciclico e durare alcune settimane, oppure potrebbe essere più a lungo termine, della durata di diversi anni o addirittura decenni.

Mentre i singoli mercati possono diventare ribassisti, il modo più semplice per identificare un bear market è guardare i principali indici come l’S&P 500, il Dow Jones Industrial Average o il Financial Times Stock Exchange 100.

In generale, i mercati ribassisti sono stimolati da condizioni economiche sfavorevoli, sebbene anche incertezza, geopolitica e fattori sanitari globali possano svolgere un ruolo, come evidenziato dal bear market corto all’inizio del 2020 quando la pandemia di COVID-19 raggiunge il suo apice. Il più recente bear market prolungato si è verificato durante la crisi finanziaria del 2007-2009, quando l’S&P 500 è crollato del 50% in un periodo di 17 mesi.

I fattori indicativi di un bear market includono notizie geopolitiche negative, rallentamenti dei profitti aziendali, decisioni sui tassi di interesse da parte della Federal Reserve, una minore della fiducia degli investitori o anche solo un calo (correzione) dopo un bull market prolungato come investitori vendere per togliere i loro profitti dal tavolo.

C’è anche un fenomeno chiamato secular bear market. Questo è definito come un lungo periodo di tempo in cui il mercato produce rendimenti inferiori alla media su base sostenuta. I mercati ribassisti secolari possono durare anni, o anche un decennio o più. Il mercato potrebbe riprendersi durante un secular bear market, ma quei guadagni non durano a lungo e presto svaniscono.

Cosa fare con le tue azioni in un bear market

Copy link to section

Di seguito sono riportate alcune delle strategie che puoi implementare per proteggere il tuo capitale durante i mercati ribassisti.

Riduci la tua esposizione alle azioni

Copy link to section

Le azioni sono la pietra angolare del sistema finanziario centralizzato e, riducendo le tue partecipazioni, puoi contribuire a mitigare l’impatto del calo dei prezzi. La manifestazione più estrema di questa strategia è vendere tutto e mettere i tuoi soldi in un bene rifugio come l’oro o il Bitcoin, o in asset a reddito fisso come le obbligazioni.

Evita i titoli growth e acquista titoli difensivi

Copy link to section

Sebbene i titoli growth abbiano le migliori prestazioni in un bull market, di solito sprofondano in un bear market e i titoli più difensivi tendono a mantenere il loro valore meglio. I servizi di acqua, gas ed elettricità sono buoni esempi di titoli difensivi perché le persone hanno bisogno di questi servizi indipendentemente dall’andamento del mercato azionario o dell’economia in generale.

Vendita allo scoperto

Copy link to section

Quando i prezzi scendono, investire nella convinzione che un asset diminuirà di valore (vendita allo scoperto) potrebbe essere una mossa prudente. Sebbene questa sia una strategia che dovrebbe essere tentata solo da investitori e trader esperti, può essere un ottimo modo per trasformare condizioni ribassiste in un flusso di entrate positivo.

Vendere un’opzione put

Copy link to section

Un’opzione put ti dà la possibilità di vendere un’azione a un prezzo specifico entro una certa data. Vendendone una (l’opposto dell’acquisto di un’opzione call), puoi speculare sul calo dei prezzi. Inoltre, può permetterti di coprire il tuo portafoglio contro un prolungato periodo di declino dei mercati.

Fai trading di ETF inversi

Copy link to section

Gli ETF sono una raccolta di asset di un determinato settore che vengono scambiati sul mercato azionario come un unico titolo. Sono progettati per fornire esposizione a un intero settore o al prezzo delle materie prime. Gli ETF inversi consentono essenzialmente agli investitori di shortare un ETF, il che significa che puoi investire il tuo capitale nella convinzione che un settore dell’economia diminuirà di valore.

Come sapere quando un bear market è finito

Copy link to section

Questo può essere difficile da dire; se tutti potessero individuare il fondo del mercato, investire sarebbe semplice. Tuttavia, ci sono alcuni fattori a cui puoi prestare attenzione. In generale, tieni d’occhio i guadagni di prezzo significativi e il volume degli scambi più pesante del solito. Inoltre, cerca un’economia che si sta rafforzando su tutta la linea, compresi il PIL e la crescita dell’occupazione, il miglioramento degli utili aziendali e altri eventi positivi per il mercato.

Dove posso saperne di più?

Copy link to section

L’opposto di un bear market è un bull market; per saperne di più, dai un’occhiata ai nostri hub di azioni, criptovalute o materie prime.



Fonti & Riferimenti
Avvertenza sui rischi
Charlie Hancox
Financial Writer

Charlie scrive di finanza per Invezz. Si occupa di materie prime, criptovalute e ultime notizie. Prima di entrare a far parte di Invezz ha collaborato alla... leggi di piú.