Imposta sulle plusvalenze

Definizione rapida

L’imposta sulle plusvalenze è l’imposta che paghi quando vendi un asset il cui valore è aumentato da quando l’hai acquistato.

Dettagli chiave

  • L’imposta sulle plusvalenze è dovuta solo quando si vende (o si dismette in altro modo) un investimento e si applica solo ai beni capitali come azioni, obbligazioni, gioielli e immobili
  • La tariffa varia in base al paese; assicurati di controllare il sito web della tua autorità fiscale nazionale per maggiori dettagli
  • Gli investitori spesso evitano di pagare l’imposta sulle plusvalenze evitando di vendere investimenti redditizi – che sono noti come guadagni non realizzati – e vendere investimenti in perdita

Che cos’è l’imposta sulle plusvalenze?

È una forma di tassa imposta da molti governi che richiede alle persone di pagare una percentuale su qualsiasi denaro guadagnato dalla vendita di investimenti. Gli investitori devono pagare l’imposta sulle plusvalenze su tutti i profitti derivanti dalla vendita di beni capitali come immobili, azioni, criptovalute e collezioni di monete d’oro.

In tutti i paesi europei dell’OCSE, la Danimarca applica l’aliquota più alta dell’imposta sulle plusvalenze, con un tasso di plusvalenza marginale superiore di oltre il 40%. Tuttavia, un piccolo numero di paesi non applica alcuna imposta sulle plusvalenze, comprese le Isole Cayman, Singapore, Svizzera, Monaco, Belgio (se il reddito non è considerato professionale), Malesia, Belize, Nuova Zelanda e Hong Kong .

L’imposta sulle plusvalenze è unita a tutte le altre forme di imposta per finanziare la spesa statale su cose come welfare, pensioni, assistenza sanitaria, strade, servizi di emergenza, difesa, aiuti all’estero e interessi sul debito nazionale.

Come si paga l’imposta sulle plusvalenze?

Questa varia in base al paese, ma in Italia devi registrare i tuoi guadagni entro il 30 settembre dell’anno fiscale successivo al guadagno.

Se hai calcolato tu stesso ciò che devi, puoi utilizzare il servizio di imposta sulle plusvalenze ‘in tempo reale’ per pagare la tua tassa immediatamente. Dopo che i tuoi guadagni sono stati segnalati, ti verrà inviata una lettera o un’e-mail con un numero di riferimento del pagamento che ti dice come pagare. Se devi modificare la tua segnalazione utilizzando il servizio, avrai bisogno del numero di riferimento della tua segnalazione (che inizia con RTT), che dovresti ricevere via e-mail entro 10 giorni.

Puoi indicare i tuoi guadagni semplicemente nella tua dichiarazione dei redditi entro l’anno fiscale successivo alla dismissione dei beni.

Cosa accade se non pago l’imposta sulle plusvalenze?

È contro la legge eludere l’imposta sulle plusvalenze, quindi se non lo fai, potresti essere soggetto a un audit e potresti dover pagare una multa e/o andare incontro alla reclusione.

Qual è l’aliquota dell’imposta sulle plusvalenze nel mio paese?

Ancora una volta, questo varierà a seconda della politica del tuo governo dello stato in cui risiedi.

In Italia, è prevista una tassazione del 26% sui profitti generati dalle attività di investimento.

Devo pagare l’imposta sulle plusvalenze sulla criptovaluta?

Quando le criptovalute sono emerse per la prima volta nella sfera finanziaria, i governi hanno lottato per classificarle: erano una forma di gioco d’azzardo speculativo (esentasse) o erano veri e propri asset di capitale?

In questi giorni, le politiche del governo sono diventate abbastanza complete per le criptovalute e in Italia sul sito della Consob trovi un approfondimento che descrive in dettaglio come funzionano. In breve, devi pagare le tasse se il valore dei wallet ha superato il valore di 51.645,69€ per almeno sette giorni lavorativi continui.

Dove posso saperne di più?

Per ulteriori informazioni sugli investimenti, dai un’occhiata al nostro hub di investimento. Puoi anche saperne di più visitando la pagina dei nostri corsi.


I nostri redattori controllano tutti i contenuti per garantire la conformità con la nostra rigorosa politica editoriale. Le informazioni in questo articolo sono supportate dalle seguenti fonti affidabili.

Invezz è un luogo in cui le persone possono trovare informazioni affidabili e imparziali su finanza, trading e investimenti, ma non offriamo consulenza finanziaria e gli utenti dovrebbero sempre svolgere le proprie ricerche. Le attività trattate su questo sito web, comprese azioni, criptovalute e materie prime, possono essere altamente volatili e i nuovi investitori spesso perdono denaro. Il successo sui mercati finanziari non è garantito e gli utenti non dovrebbero mai investire più di quanto possono permettersi di perdere. Dovresti considerare le tue condizioni personali e prenderti il ​​tempo per esplorare tutte le opzioni a disposizione prima di fare qualsiasi investimento. Leggi la nostra liberatoria sui rischi >

Charlie Hancox
Financial Writer
Oltre alla sua passione per il trading, Charlie ha rappresentato la Gran Bretagna e vinto i campionati nazionali come giocatore di pallanuoto inoltre, essendo anche un… leggi di piú.