Migliori ETF sulla cannabis da comprare nel 2024

Gli ETF sulla cannabis ti danno esposizione a una serie di titoli della cannabis con le migliori prestazioni. Dai un’occhiata subito alla selezione dei nostri esperti.
Di:
Aggiornato: Dec 6, 2022
Listen

Trade global markets with our top-rated broker, Interactive Brokers.

9.5/10
Visita il sito

Da quando è emerso il primo titolo di Cannabis nordamericano quotato in borsa nel 2014, il settore ha registrato un aumento della legalizzazione, della domanda e del conseguente interesse degli investitori. Se pensi che l’industria della marijuana sia destinata a continuare la sua crescita, raccogliere un ETF sull’erba può diversificare il tuo investimento e bilanciare il tuo portafoglio. Controlla le tue migliori opzioni di seguito.

Quali sono i migliori ETF sulla cannabis da acquistare?

Copy link to section

Il nostro team di analisti finanziari ha esaminato ogni ETF sulla marijuana con un pettine a denti stretti, esaminando ogni aspetto di ciò che hanno da offrire agli investitori. Puoi trovare le nostre selezioni nella tabella sottostante, insieme ai link alle informazioni chiave sui prezzi.

# Ticker ETF Nome dell’ETF
1 THCXThe Cannabis ETF
2 CNBS Amplify Seymour Cannabis ETF
3 YOLO AdvisorShares Pure Cannabis ETF
4 MJ ETFMG Alternative Harvest ETF
5 TOKE Cambria Cannabis ETF
Selezionati dal nostro team di analisti, 1 ottobre 2021

Ora che conosci la nostra selezione dei migliori ETF sull’erba, continua a leggere per uno sguardo più dettagliato su ciascuno di essi.

1. L’ETF sulla cannabis (NYSERCA: THCX)

Copy link to section

A partire dal 9 luglio 2019, The Cannabis ETF segue un indice di società coinvolte sia nel settore della cannabis medica che in quello ricreativo. Il fondo è stato concepito come un modo conveniente per gli investitori di ottenere esposizione a un lotto di titoli all’interno dei mercati della canapa e della marijuana legale.

Tutte le holding di THCX hanno sede negli Stati Uniti e in Canada e seguono un mix di titoli growth e value. Le sue principali holding sono Tilray, Canopy Growth Corp. e Village Farms International.

Il motivo principale per cui The Cannabis ETF è nella nostra lista è la forza delle sue holding e la sua strategia di diversificazione. Negli ultimi anni, ha prodotto solide prestazioni e include un rendimento da dividendi superiore all’1% per addolcire l’operazione.

2. Amplify Seymour Cannabis ETF (NYSERCA: CNBS)

Copy link to section

CNBS è un ETF sulla cannabis gestito attivamente, il che significa che i gestori di fondi acquistano e vendono azioni all’interno dell’ETF nel tentativo di fornire rendimenti superiori agli investitori. Almeno l’80% delle società all’interno dell’ETF Amplify Seymour Cannabis sono società di cannabis pure-play che realizzano il 50% o più dei loro ricavi attraverso i settori della cannabis e della canapa.

CNBS ha registrato buoni risultati negli ultimi anni e le sue partecipazioni principali includono Tilray, Canopy Growth, Village Farms International e WM Technology. La maggior parte del portafoglio della CNBS risiede in Nord America e Canada, anche se c’è anche una componente israeliana in questa storia.

La pura crescita della CNBS e il suo approccio misto di società a media e piccola capitalizzazione sono interessanti ed è per questo che ha trovato un posto nella nostra top 5.

3. AdvisorShares Pure Cannabis ETF (NYSEARCHA: YOLO)

Copy link to section

L’ETF YOLO segue le società canadesi e statunitensi nei settori sanitario, immobiliare e dei prodotti di consumo ed è fortemente ponderato verso le società a media capitalizzazione. Come la CNBS, almeno l’80% delle aziende che compongono il fondo YOLO ottiene almeno la metà delle entrate nette dal business della cannabis e della canapa.

All’interno dell’ETF di AdvisorShares Pure Cannabis, ci sono anche alcune società con sede nel Regno Unito e in Israele. Le partecipazioni all’interno di YOLO sono diverse, con attori farmaceutici, aziende biotecnologiche ed entità agricole. È importante sottolineare che YOLO è un ETF progettato per il lungo termine, il che lo rende un candidato ideale per una strategia buy-and-hold.

Sebbene la solida performance di questo ETF sia parte del motivo per cui si trova in questo elenco, il motivo principale è l’assoluto livello di varietà all’interno del suo paniere di azioni. Basta prendere le sue prime tre partecipazioni: Village Farms International, Innovative Industrial Properties e Green Thumb Industries. Il primo è un coltivatore di pomodori, cetrioli, peperoni e Cannabis; il secondo è un REIT incentrato sulla cannabis e il terzo è un produttore e distributore di prodotti a base di cannabis di marca.

4. ETFMG Alternative Harvest ETF (NYSERCA: MJ)

Copy link to section

Lanciato nel 2015, MJ è il più grande fondo di cannabis in questo intero elenco, con circa 2 miliardi di dollari di asset in gestione. Tiene traccia delle prestazioni del Prime Alternative Harvest Index, che è stato creato per consentire agli investitori di capitalizzare sia le notizie guidate dagli eventi che le tendenze a lungo termine nel settore della cannabis.

Mentre MJ detiene solo circa 30 titoli, sono alcuni dei più grandi nomi nel settore della cannabis come Tilray, Canopy Growth e GrowGeneration. Inoltre, questo fondo ha un elevato fatturato annuo, che è una testimonianza del lavoro dei gestori di fondi che lanciano regolarmente azioni per creare sia reddito che dividendi.

Il motivo principale per cui l’ETF ETFMG Alternative Harvest è nella nostra lista è la sua vastità e la proattività dei suoi gestori di fondi.

5. Cambria Cannabis ETF (BATS: TOKE)

Copy link to section

L’ETF TOKE ha da 20 a 50 dei migliori player di marijuana all’interno del suo portafoglio e le sue prestazioni sono state costanti negli ultimi anni.

Le sue prime quattro holding sono Tilray, Innovative Industrial Properties, Constellation Brands e British American Tobacco, e queste fanno parte di un focus misto composto da titoli a micro, small e mid cap. Con l’80% del suo patrimonio netto investito in società di cannabis, TOKE è un modo semplice e veloce per gli investitori di ottenere esposizione alla performance di un ampio paniere di titoli azionari.

Il motivo principale per cui l’ETF Cambria Cannabis ha trovato un posto in questa lista è il suo livello di diversificazione. Le sue partecipazioni sono tra le più varie in questo elenco, il che lo rende meglio attrezzato per far fronte alle pressioni della volatilità del mercato.

Dove acquistare i migliori ETF sulla cannabis

Copy link to section

Se vuoi investire in un ETF sulla Cannabis, la chiave è trovare un broker affidabile e a basso costo; queste sono le piattaforme online che facilitano le tue operazioni per te. Per farti risparmiare tempo e fatica, invece di dover perlustrare Internet per ore per trovare un servizio di alta qualità, abbiamo elencato le nostre migliori scelte di seguito. Fare clic su uno per dargli un’occhiata e vedere cosa ha da offrire.

Sort by:

1
Deposito minimo
$ 10
Best offer
Valutazione dell’utente
10
Offerta speciale limitata - 0% di commissione e 0% di imposta di bollo su TUTTE le scorte!
Piattaforma pluripremiata: acquista asset fisici o commercia con la leva
Oltre 11 metodi di pagamento, incluso PayPal
Inizio Trading
Modalità di pagamento:
Bonifico bancario, Carta di Credito, Carta di Debito, PayPal, Trasferimento Bancario
Full Regulations:
CySEC, FCA
eToro è una piattaforma multi-asset che offre prodotti CFD e non CFD.Il 68% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.
2
Deposito minimo
$ 100
Best offer
Valutazione dell’utente
9.9
Negozia +2000 CFD su azioni, opzioni, materie prime e altro
Conto demo illimitato e privo di rischi
0 commissioni e spread interessanti
Inizio Trading
Modalità di pagamento:
American Express, Apple Pay, Carta di Credito, Carta di Debito, Discover, Google Pay, Mastercard, PayPal, SEPA, Trasferimento Bancario, Trustly, Visa, ,
Full Regulations:
ASIC, FCA, FSA, MAS, cysec-250-14-regulator, isa-regulator

82% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il proprio denaro.

3
Deposito minimo
$ 0
Best offer
Valutazione dell’utente
9.7
Inizio Trading
Modalità di pagamento:
ACH, Bank Wire, Check
Full Regulations:
CFTC, FCA, FINRA, IIROC, NFA, NYSE, SIPC

Che cos’è un ETF sulla cannabis?

Copy link to section

Un Cannabis ETF è un fondo negoziato in borsa (ETF) che include aziende che partecipano alla coltivazione, distribuzione e vendita di marijuana e prodotti correlati. Questo può includere il fiore essiccato stesso, così come semi, edibili, oli e altro.

Un ETF è un fondo che viene negoziato in borsa come un normale titolo. Tuttavia, un singolo ETF è costituito da più titoli dello stesso settore. Ciò significa che detenere un ETF ti dà esposizione alla performance di un intero settore piuttosto che di una singola azienda.

Poiché il tuo investimento è diversificato tra diversi titoli, non hai il rischio di una singola azienda che deriva dall’investire in un titolo solitario. Quindi, se una società all’interno dell’ETF prescelto dovesse avere un rendimento scarso, altre potrebbero rimediare.

Gli ETF sulla cannabis sono un buon investimento?

Copy link to section

Possono esserlo, ma solo se tieni sotto controllo le tue aspettative e riconosci che il mercato ha storicamente sopravvalutato le aziende produttrici di erba. Prendi Tilray, uno dei più grandi titoli di erba. Per un breve periodo, ha raggiunto una valutazione di 20 miliardi di dollari, la stessa del gigante dell’aviazione American Airlines. Tuttavia, Tilray stava generando solo 200 milioni di dollari di entrate annuali, mentre American Airlines stava guadagnando 45 miliardi di dollari.

Sebbene l’erba sia stata legalizzata in un numero crescente di paesi e stati nordamericani, rimane illegale per uso ricreativo nella maggior parte delle giurisdizioni. Inoltre, la sua classificazione da parte della DEA per gran parte del secolo scorso come droga Schedule 1 insieme a sostanze dannose come l’eroina ha danneggiato la sua reputazione.

Tuttavia, ci sono alcuni motivi per essere positivi sulle prospettive degli ETF sulla cannabis. In particolare, un numero maggiore di paesi e stati riconosce ora i potenziali benefici della marijuana medicinale. Inoltre, dovrebbe essere presa in considerazione la crescita del mercato: oltre il 12% degli americani ora usa la cannabis, mentre le vendite e il supporto per l’industria sono aumentati nell’ultimo anno in quanto si avvicina a una valutazione di 100 miliardi di dollari.

Registrati con un broker per comprare ETF sulla cannabis

Ultime notizie

Copy link to section
Mercoledì il patrimonio netto di Gautam Adani è aumentato di 2,7 miliardi di dollari raggiungendo i 100,7 miliardi di dollari, segnando il suo ritorno nel club d’élite da 100 miliardi di dollari dopo quasi un anno. Adani Enterprises vola Le azioni della società di punta di Adani, Adani Enterpr
Il mercato delle materie prime è stato contrastato nel 2023. Alcuni prodotti più piccoli come il succo d’arancia, il cacao, lo zucchero e l’olio di palma sono saliti ai massimi storici o pluriennali. Altri, come la soia, il grano, il mais e il gas naturale, si sono ritirati. L’uranio è stato una ste
Gap Inc (NYSE:GPS) è balzata del 15% in orari prolungati giovedì dopo aver riportato ottimi risultati per il terzo trimestre fiscale. I titoli gap non sono molto disturbati dalle guidance del quarto trimestre L’azione dei prezzi è interessante considerando che il rivenditore di abbigliamento h
Mercoledì Target Corp (NYSE:TGT) ha aperto in rialzo di circa il 13% dopo aver segnalato un inaspettato aumento dell’utile trimestrale sulla “gestione disciplinata delle scorte e delle spese”. Indicazioni di Target per il trimestre in corso Il colosso della vendita al dettaglio ha anche fornit
Mercoledì il prezzo delle azioni Alstom (EPA: ALO) è stato il peggiore in Europa, mentre continuavano le difficoltà delle società industriali. Le azioni sono crollate al minimo storico di 11,70 euro, molto inferiore al massimo da inizio anno di 28,50 euro. Questo crollo ha portato la sua capitalizza



Fonti & Riferimenti
Avvertenza sui rischi
Charlie Hancox
Financial Writer

Charlie scrive di finanza per Invezz. Si occupa di materie prime, criptovalute e ultime notizie. Prima di entrare a far parte di Invezz ha collaborato alla... leggi di piú.