Migliori ETF sul petrolio da comprare nel 2023

Gli ETF sul petrolio offrono esposizione a un gruppo diversificato di titoli petroliferi o alla performance dei principali benchmark petroliferi. Leggi questa guida per scoprire il verdetto dei nostri analisti sui migliori ETF petroliferi su cui investire in questo momento.
Di:
Aggiornato: Dec 13, 2022
Listen to this article

Il petrolio ha alimentato il mondo per la maggior parte degli ultimi due secoli, e, di conseguenza, è stata una tra le materie prime più popolari in cui investire per molti anni. In questa pagina elenchiamo i migliori ETF petroliferi e spieghiamo cosa hanno da offrire agli investitori. Scorri verso il basso per iniziare.

Quali sono i migliori ETF sul petrolio da comprare?

I nostri analisti finanziari hanno studiato da vicino il mercato petrolifero e hanno concluso che i cinque fondi sottostanti sono le tue migliori opzioni. Dai un’occhiata qui sotto.

# Ticker ETF Nome dell’ETF
1 USOUnited States Oil ETFi
2 DBOInvesco DB Oil Fund
3 BRNTWisdomTree Brent Crude Oil ETF
4 OILK ProShares K-1 Free Crude Oil Strategy ETF
5 PSCE Invesco S&P SmallCap Energy ETF
Redatto dal nostro team di analisti, 8 ottobre 2021

Se desideri saperne di più su ciascun ETF, continua a leggere per una descrizione dettagliata di ciascuno di essi.

1. United States Oil ETF (NYSEARCA: USO)

USO è il più grande ETF petrolifero del mondo, con 2,64 miliardi di dollari di asset totali. È progettato per tenere traccia delle variazioni di prezzo di uno dei principali benchmark globali del petrolio: petrolio leggero e dolce consegnato a Cushing, in Oklahoma. Questo è meglio conosciuto come West Texas Intermediate (WTI), e questo petrolio prodotto negli Stati Uniti è il petrolio più leggero e dolce di tutti i principali parametri di riferimento, con un basso contenuto di zolfo e un’elevata qualità generale.

L’ETF sul petrolio degli Stati Uniti è un ETF sulle materie prime, il che significa che le sue partecipazioni sono progettate per legare la performance del fondo al prezzo del WTI. Tuttavia, detiene anche buoni del Tesoro USA.

Il motivo principale per cui USO ha un posto nella nostra lista è la sua vastità. Se stai cercando un ETF petrolifero con le dimensioni e la scala per fornire un livello di prestazioni prevedibile e affidabile, USO sembra essere quello che fa per te.

2. Invesco DB Oil Fund (NYSEARCA: DBO)

DBO è un altro ETF sostanziale ed è strutturato come qualcosa chiamato pool di materie prime. Questo combina il capitale degli investitori insieme al commercio contratti futures per il WTI. In questo modo, Invesco DB Oil Fund è progettato per seguire le modifiche tramite una metodologia basata su regole al DBIQ Optimum Yield Crude Oil Index Excess Return più il reddito da partecipazioni in titoli del Tesoro USA e il reddito del mercato monetario, meno le spese del fondo.

Di conseguenza, l’ETF DBO è più adatto agli investitori che vogliono fare scommesse speculative sul prezzo del petrolio e hanno un’elevata tolleranza ai rischi dei mercati volatili.

Il motivo principale per cui DBO è nella nostra lista è la sua recente performance. Negli ultimi cinque anni, è stato uno degli ETF petroliferi con le migliori performance e, nonostante i rischi elevati, offre agli investitori un percorso intrigante anche se speculativo per i rendimenti.

3. WisdomTree Brent Crude Oil ETF (LSE: BRNT)

Il L’ETF WisdomTree Brent Crude Oil è un prodotto quotato in borsa progettato per offrire agli investitori un’esposizione al prezzo del greggio brent, il benchmark petrolifero più scambiato, prodotto nel Mare del Nord dell’Europa nordoccidentale.

Negli ultimi anni, BRNT ha ottenuto buoni risultati e questo è uno dei motivi principali per cui si è assicurato un posto nella nostra lista. Inoltre, riteniamo che BRNT offra il modo più semplice per ottenere esposizione al Brent Complex.

4. ProShares K-1 Free Crude Oil Strategy ETF (BATS: OILK)

Piuttosto che seguire il prezzo spot del petrolio come molti altri ETF petroliferi, il ProShares K-1 Free Crude Oil Strategy ETF è progettato per monitorare la performance di un indice di contratti futures sul petrolio greggio composto da tre piani contrattuali separati per i futures WTI.

In pratica, questo significa che OILK segue la performance del Bloomberg Commodity Balanced WTI Crude Oil Index, quindi puoi aspettarti che funzioni in modo molto diverso dal prezzo spot del WTI.

Sebbene gli ultimi anni non siano stati facili per OILK, negli ultimi tempi ha registrato una ripresa ed è in questa lista perché offre agli investitori un diverso tipo di esposizione al mercato petrolifero rispetto a molti dei suoi concorrenti ETF più lineari.

5. Invesco S&P SmallCap Energy ETF (NASDAQ: PSCE)

PSCE è diverso da qualsiasi altro ETF in questo elenco. Piuttosto che essere un ETF sulle materie prime, è più un tradizionale ETF su titoli. Questo fondo investirà di norma almeno il 90% dei suoi asset totali nei titoli di società energetiche statunitensi a bassa capitalizzazione nell’ambito dell’indice S&P SmallCap 600® Capped Energy, una componente più piccola dell’indice S&P SmallCap 600 ® .

Le prime tre holding dell’ETF sono Matador Resources Co., Southwestern Energy Co. e Helmerich & Payne Inc. Negli ultimi cinque anni, questo ETF ha faticato a stabilire una traiettoria di prezzo positiva, ma la sua performance nell’ultimo anno circa è stata forte.

PSCE è in questa lista perché offre agli investitori un’esposizione alla performance di un paniere diversificato di azioni a piccola capitalizzazione all’interno dello spazio petrolifero. Il livello di diversificazione giurisdizionale e del modello di business offerto è convincente e gli investitori possono anche cercare conforto nel fatto che alcune delle società hanno flussi di entrate aggiuntivi oltre il mercato petrolifero. Tuttavia, è importante notare che le azioni all’interno dell’ETF non sono gestite attivamente, quindi un gestore di fondi non effettuerà modifiche alle holding per ottenere rendimenti superiori.

Dove acquistare i migliori ETF sul petrolio

Puoi acquistare ETF petroliferi nello stesso modo in cui acquisti azioni petrolifere: tramite un broker di borsa. Si tratta di piattaforme online regolamentate che consentono di acquistare un’ampia varietà di asset, inclusi gli ETF petroliferi. Dai un’occhiata ad alcune delle nostre migliori scelte di seguito; le loro tariffe basse e le interfacce di alta qualità li distinguono dalla massa.

1
Deposito minimo
$ 10
Promozione
Valutazione dell’utente
10
Inizio Trading
Modalità di pagamento:
Bonifico bancario, Carta di Credito, Carta di Debito, PayPal, Trasferimento Bancario
Full Regulations:
CySEC, FCA
2
Deposito minimo
$ 0
Promozione
Valutazione dell’utente
10
Ottieni approfondimenti da milioni di investitori, creatori e analisti
Costruisci il tuo portafoglio di titoli, ETF e cripto
Nessun deposito minimo
Inizio Trading
Modalità di pagamento:
Bank Wire, Bonifico bancario, Carta di Debito, Check
Full Regulations:
L'esecuzione della criptovaluta e i servizi di custodia sono forniti da Apex Crypto LLC (ID NMLS 1828849) attraverso un accordo di licenza software tra Apex Crypto LLC e Public Crypto LLC. Crypto Trading su piattaforme pubbliche è servito da Public Crypto LLC e offerto tramite Apex Crypto. Assicurati di comprendere appieno i rischi coinvolti prima di negoziare.
3
Deposito minimo
$ 100
Promozione
Valutazione dell’utente
10
A basso costo azioni del Regno Unito Invest da soli £ 5 per il commercio
Enorme scelta degli investimenti - Invest in oltre 12.000 azioni
Servizio di esperti forniti
Inizio Trading
Modalità di pagamento:
Carta di Credito, Carta di Debito, PayPal, Trasferimento Bancario
Full Regulations:
ASIC, FCA, FINMA, is a licensed bank (IG Bank in Switzerland)

Che cos’è un ETF sul petrolio?

Un fondo quotato in borsa del petrolio (ETF) è un fondo che viene scambiato in borsa, proprio come un titolo normale. L’ETF può essere una delle due cose. Può essere un ETF su materie prime che tiene traccia delle prestazioni dei principali benchmark globali dei prezzi del petrolio, oppure può essere un ETF su titoli che è costituito da un’ampia varietà di società quotate in borsa che operano nel settore petrolifero e del gas e questo paniere di società varia a seconda dell’ETF.

Alcuni ETF petroliferi sono gestiti passivamente, il che significa che seguono la performance di un determinato indice senza input da un gestore di fondi. Al contrario, gli ETF a gestione attiva hanno un gestore del fondo che assume la responsabilità che prende decisioni sui contenuti dell’ETF con l’obiettivo di fornire agli investitori rendimenti maggiori. Ad esempio, questo significa che il gestore del fondo potrebbe scegliere di aggiungere una società al portafoglio, rimuovere una società o aumentare/ridurre la proporzione di una società all’interno dell’ETF.

Poiché il settore energetico può essere spesso volatile, gli ETF petroliferi forniscono un investimento meglio attrezzato per far fronte a queste dinamiche di mercato. Piuttosto che un investitore che scommette tutto il proprio capitale sulla performance di una singola società, questo capitale è distribuito su numerose società del settore petrolifero e del gas in diverse giurisdizioni e spesso con diversi modelli di business. Questo aiuta a ridurre la cosa fondamentale che tutti gli investitori vogliono evitare: il rischio

Gli ETF sul petrolio sono un buon investimento?

Questa domanda ha davvero bisogno di essere divisa in due parti; cominciamo con la parte del petrolio. Investire nel petrolio è stata una delle pratiche più popolari per l’uomo sin dagli albori dell’era industriale. Il suo ruolo fondamentale nell’alimentare il mondo è indiscutibile, e anche oggi, nonostante il crescente controllo sui combustibili fossili da parte degli ambientalisti, l’industria globale dell’esplorazione e della produzione di petrolio e gas si attesta a un enorme 2,1 trilioni di dollari – più grande di tutti i mercati dei metalli messi insieme.

L’IEA Oil Market Report prevede che questa cifra aumenterà nel prossimo decennio nonostante la crescita e la crescente competitività del settore delle energie rinnovabili. Date le vaste prospettive di crescita e la base stabile della domanda di petrolio, è una delle materie prime migliori su cui investire e una valida opzione per qualsiasi tipo di investitore.

Quindi, se il petrolio è un buon investimento, che dire degli ETF? Il vantaggio di un ETF è che ti dà esposizione a un intero settore piuttosto che a una singola azienda come un titolo del petrolio. Di conseguenza, la performance del tuo investimento è legata molto più strettamente al mercato petrolifero complessivo che se dovessi detenere azioni in una singola compagnia petrolifera. Questa diversificazione riduce il rischio: se una società del tuo ETF sta soffrendo, altre società all’interno della selezione potrebbero compensare. Gli ETF sono anche più economici di altri fondi, come i fondi comuni di investimento.

Ultime notizie

È un momento curioso in cui non si può festeggiare quando escono buone notizie perché, beh, le buone notizie sono cattive notizie. Tuttavia, questo è lo scenario insolito che il mercato ha dovuto affrontare negli ultimi mesi. Con l’aumento dell’inflazione, le banche centrali tengono gli occhi puntati sulle notizie…
L’economia sta gettando un po’ di confusione là fuori. Anche se gli ultimi due mesi hanno portato alcune notizie positive sul fronte dell’inflazione, il mercato ora teme che una recessione sia effettivamente all’orizzonte. L’S&P 500 si è ritirato questa settimana dopo alcuni dati economici deludenti provenienti dagli Stati…
1. Economia Attualmente si sta svolgendo a Davos, in Svizzera, il World Economic Forum. La geopolitica è in primo piano, con le tensioni commerciali transatlantiche al centro dell’attenzione. Con i numeri dell’inflazione più deboli di recente, l’attenzione viene attirata sul mercato del lavoro. Microsoft ha annunciato che sta licenziando…
Alcuni acquistano case per investire nel mercato immobiliare. Altri acquistano, ma non per investire. Tutti hanno un qualche interesse nel settore immobiliare. Se non stai comprando, stai affittando, ma tutti abbiamo bisogno di un posto dove vivere. Questo è ciò che rende così interessante un’analisi del settore immobiliare. E…
Inflazione USA 6,5%, cosa significa per i mercati? Il numero più importante della finanza, il numero CPI degli Stati Uniti che riferisce le ultime informazioni sull’inflazione, è stato rivelato giovedì. Quel numero è arrivato al 6,5%, il punteggio più basso dall’ottobre 2021. Segna il quinto mese consecutivo in cui…
Proprio quando i mercati stavano cominciando a sentirsi un po’ più ottimisti, è arrivato un promemoria della difficile situazione che il mondo stava affrontando. La Banca mondiale ha tagliato le sue previsioni di crescita martedì, dipingendo un quadro cupo per l’anno a venire per molte nazioni. Recessione globale…

Avvertenza sui rischi

Invezz è un luogo in cui le persone possono trovare informazioni affidabili e imparziali su finanza, trading e investimenti, ma non offriamo consulenza finanziaria e gli utenti dovrebbero sempre svolgere le proprie ricerche. Le attività trattate su questo sito web, comprese azioni, criptovalute e materie prime, possono essere altamente volatili e i nuovi investitori spesso perdono denaro. Il successo sui mercati finanziari non è garantito e gli utenti non dovrebbero mai investire più di quanto possono permettersi di perdere. Dovresti considerare le tue condizioni personali e prenderti il ​​tempo per esplorare tutte le opzioni a disposizione prima di fare qualsiasi investimento. Leggi la nostra liberatoria sui rischi >

Charlie Hancox
Financial Writer
Oltre alla sua passione per il trading, Charlie ha rappresentato la Gran Bretagna e vinto i campionati nazionali come giocatore di pallanuoto inoltre, essendo anche un… leggi di piú.