AUD/USD in crescita con l’aumento record delle vendite al dettaglio in Australia

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo… read more.
on Apr 23, 2020
Updated: Apr 28, 2020
  • La coppia AUD/USD è cresciuta dopo i positivi dati di vendita al dettaglio australiani di marzo.
  • I dati ABS hanno mostrato che le vendite al dettaglio sono aumentate dell'8,2% a marzo.
  • Le vendite al dettaglio sono state compensate dal calo nel settore alberghiero e dell'abbigliamento.

Il dollaro australiano è aumentato notevolmente dopo che il Bureau of Statistics ha pubblicato i dati di vendita al dettaglio di marzo. L’AUD/USD è aumentato di oltre lo 0,60%, mentre l’AUD/EUR e l’AUD/GBP sono aumentati di oltre 50 punti base.

Australian dollar
Il dollaro australiano sale grazie alle forti vendite al dettaglio

Vendite al dettaglio in Australia a marzo

Gli australiani hanno fatto acquisti record a marzo. Secondo l’Australian Bureau of Statistics (ABS), le vendite al dettaglio destagionalizzate sono aumentate dell’8,7% nel mese. Il dato ha superato il precedente record dell’8,1%, registrato nel giugno 2000.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

L’aumento delle vendite al dettaglio è stato spinto principalmente da quelle di generi alimentari e altri articoli per la casa come la carta igienica e la pasta, in quanto gli australiani si stavano preparando al lockdown. Nella dichiarazione, l’ABS ha detto:

Questi dati preliminari, indicano una domanda senza precedenti nel mese di marzo nel settore della vendita al dettaglio di prodotti alimentari, con forti vendite nei supermercati di liquori e di altri alimenti specializzati. Un’ulteriore analisi indica un fatturato mensile raddoppiato per prodotti come la carta igienica, i fazzoletti, il riso e la pasta. Oltre alla vendita al dettaglio di prodotti alimentari, le vendite sono state forti anche nel settore di vendita al dettaglio che si occupa di articoli di cartoleria per lo smart working.

L’aumento degli articoli per la casa è stato parzialmente compensato da una significativa riduzione del settore dell’ospitalità a causa di alberghi e bar. Anche il settore dell’abbigliamento e accessori è crollato durante il mese.

Recenti dati di vendita al dettaglio provenienti da diversi Paesi hanno dimostrato che la gente si è affrettata a fare acquisti prima del lockdown. Negli Stati Uniti, mentre le vendite complessive sono diminuite, quelle di aziende come Walmart (NYSE: WMT) e Amazon (NASDAQ: AMZN) hanno registrato un boom. Lo stesso vale per il Regno Unito, dove aziende come Tesco hanno registrato vendite record nel primo trimestre.

I dati sono arrivati un giorno dopo che l’ufficio ha segnalato il crollo dell’occupazione. I dati mostrano che i posti di lavoro sono diminuiti del 6% tra il 14 marzo e il 4 aprile. Questo rallentamento è stato determinato da un forte calo degli under 20, i quali i posti di lavoro sono diminuiti del 9,9%. La maggior parte di queste perdite di posti di lavoro è concentrata nei settori alberghiero, della ristorazione e dei servizi artistici e ricreativi.

L’Australia inizia con la riapertura

Questi numeri arrivano in un momento in cui l’Australia sta riavviando la sua economia. Il governo ha permesso a diverse aziende e scuole di tornare in attività. Questo avviene in un momento in cui il Paese ha appiattito la curva dei contagi totali e giornaliere.

Secondo il ministero della salute, i nuovi casi del giorno sono stati circa 20, da un picco di 537 a marzo. Inoltre, il numero di casi positivi attuali è sceso da 4.935 all’inizio di aprile a meno di 2.000.

Tuttavia, gli esperti mettono in guardia il governo perché la malattia non ha ancora una cura. Inoltre, paesi come Singapore e la Spagna, che hanno allentato le restrizioni in precedenza, hanno visto un’impennata dei casi secondari.

Nel frattempo, il Paese sembra essere in una posizione migliore per riprendersi grazie alla ripresa cinese. La Cina, il suo più grande partner commerciale. sta riprendendo piede come dimostrano i recenti numeri del commercio e del PIL. Meglio ancora, il settore manifatturiero australiano ha avuto una marcia positiva quando il PMI è salito al 53,9.

Questa ripresa è stata favorita da un’impennata della spesa pubblica e dalle azioni aggressive della banca centrale. Il governo ha scatenato il suo più grande stimolo, per un valore di oltre 100 miliardi di dollari, mentre la banca centrale ha avviato il suo primo programma di allentamento quantitativo.

Prospettive tecniche AUD/USD

AUD/USD
Prospettive tecniche AUD/USD

La coppia AUD/USD è salita a un massimo intraday di 0,6352. Sul grafico giornaliero, la coppia ha trovato una resistenza significativa al livello del 61,8% di 0,6448. La coppia è anche quotata leggermente al di sotto dell’EMA a 50 e 100 giorni. Pertanto, si prevede che la coppia torni a crescere se trova un forte supporto al 50% dell’EMA a 0,6267.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro