Gli hacker sfruttano un bug di Ravencoin per coniare l’1,5% del totale dei token

By: Ali Raza
Ali Raza
Ali svolge un ruolo chiave nel team di notizie sulle criptovalute. Ama viaggiare nel tempo libero e gli piace… read more.
on Lug 4, 2020
Updated: Ago 23, 2020
  • Ravencoin ha subito un attacco da un hacker sconosciuto che ha sfruttato un bug precedentemente sconosciuto.
  • Un'espansione dell'offerta massima del gettone ha permesso all'hacker di guadagnare 5,7 mln di dollari.
  • Per ora, l'indagine rimane in corso, mentre la comunità deve affrontare il bug.

Il 3 luglio, un progetto di criptovaluta Ravencoin ha fatto una rivelazione dopo la conferma dei rapporti iniziali. Il progetto ha rivelato che c’è stato una coniazione non autorizzato di circa l’1,5% del totale di RVN del progetto, che ha un tetto massimo di 21 miliardi di RVN.

La società crypto sta ancora conducendo un’indagine interna, quindi non ha specificato alcun dettaglio. Tuttavia, si sa già qualcosa sull’attacco informatico, tra cui il fatto che sono stati coniati circa 315 milioni di token RVN.

Le monete rubate sono già fuori dalla circolazione

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Secondo il prezzo attuale della moneta, l’importo vale circa 5,7 milioni di dollari. Naturalmente, il progetto ha informato rapidamente le forze dell’ordine, anche se finora non sono riusciti ad arrestare né identificare il colpevole, secondo le fonti.

La natura del bug ha complicato le indagini, in quanto non è stato rubato direttamente alcun token. Le perdite si sentiranno invece sotto forma di inflazione supplementare, che ridurrà il valore delle monete per il resto di detentori di RVN.

Inoltre, l’hacker non ha perso tempo e ha già fatto trading in borsa con gli RVN appena coniati. Di conseguenza, qualsiasi tentativo di porre rimedio alla situazione sarebbe estremamente difficile. Non solo, ma i miner e i nodi del progetto dovranno passare a una nuova versione fissa, per evitare che lo stesso accada di nuovo.

Come affrontare il bug e le conseguenze?

Un particolare importante è un rumor emerso sul canale Discord della community di RVN. La voce sostiene che il bug sia in qualche modo legata a un wallet, e che sia in giro da ottobre. Alcuni hanno ipotizzato che la colpa sia di ProgPow, l’algoritmo di mining basato su Etherem che ha adottato Ravencoin.

Tuttavia, il team del progetto ha negato tutto, sostenendo che il bug riguarda altro.

Indipendentemente da ciò, resta il fatto che il bug è stato sfruttato con successo, e che la comunità deve ora trovare un modo per affrontarlo, così come le conseguenze della coniazione.

Un suggerimento, che è venuto dal team di sviluppo stesso, è quello di tenere un dimezzamento pianificato tra circa 44 giorni, che compenserebbe i token appena emessi. Un’altra opzione è quella di lasciare le cose come stanno.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro