USD/CHF: il franco svizzero è appena salito ai massimi del 2015

Scritto da: Crispus Nyaga
Dicembre 2, 2020
  • La coppia USD/CHF è scesa al livello più basso dal 2015.
  • La coppia è scesa di oltre il 12% dall'aprile di quest'anno.
  • Il calo è dovuto principalmente al dollaro USA più debole.

La coppia USD/CHF ha ripreso la tendenza al ribasso dopo i dati deludenti sull’inflazione. La coppia è ora quotata a 0,8990, il minimo da gennaio 2015.

USD/CHF
USD/CHF crolla ai minimi del 2015

L’inflazione svizzera resta debole

La maggior parte del mondo sviluppato sta attraversando un lungo periodo di bassa inflazione. In un rapporto di ieri, Eurostat ha affermato che l’indice dei prezzi al consumo (CPI) dell’UE è sceso dello 0,3% a novembre. Allo stesso modo, negli Stati Uniti, il CPI è aumentato solo dello 0,2%, il valore più basso degli ultimi cinque mesi.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Questa mattina, i dati dell’Ufficio di statistica svizzero hanno mostrato che il CPI è sceso dello 0,2% a novembre, portando a un calo annualizzato dello 0,7%. Gli economisti intervistati da Refinitiv si aspettavano che i prezzi scendessero su base mensile e su base annuale rispettivamente dello 0,1% e dello 0,5%.

Allo stesso modo, il CPI core è sceso dello 0,2% dopo essere sceso dello 0,1% in ottobre. Secondo il bureau, la debolezza dei prezzi al consumo è dovuta principalmente al forte calo dei pacchetti turistici internazionali e delle sistemazioni alberghiere. D’altra parte, i prezzi delle case in affitto e del vino straniero sono aumentati nel mese.

Altri dati economici recenti dalla Svizzera sono stati positivi. A ottobre, le vendite al dettaglio sono aumentate del 3,1% mentre il tasso di disoccupazione è diminuito. Inoltre, l’economia è aumentata del 7,2% nel terzo trimestre dopo essersi contratta del 7,0% nel secondo trimestre.

Pertanto, il dollaro USA più debole è il motivo principale per cui l’USD/CHF è al livello più basso dal 2015. In effetti, l’indice del dollaro è sceso ai minimi del 2018 a causa delle continue discussioni sugli stimoli e del rischio relativamente inferiore nel mercato. In una dichiarazione di ieri, gli analisti del MUFG hanno evidenziato:

“Stiamo mantenendo la nostra idea di trading short del tasso di cambio USD/CHF perché ci aspettiamo che l’USD potrebbe indebolirsi ulteriormente a seguito del risultato elettorale favorevole degli Stati Uniti e delle notizie positive sui vaccini”.

Un consiglio: cerchi un'app per investire oculatamente? Fai trading in tutta sicurezza iscrivendoti alla nostra preferita, eToro: visita e crea un account

Prospettive tecniche USD/CHF

USD/CHF
Grafico tecnico USD/CHF

Sul grafico settimanale, vediamo che il prezzo USD/CHF ha registrato una costante tendenza al ribasso negli ultimi mesi. È sceso di oltre il 12% dal suo massimo di aprile di 1,0242. Inoltre, a luglio, si è spostato al di sotto del minimo di febbraio 2018 di 0,9192, che è stato un supporto importante.

Inoltre, nelle ultime settimane, la coppia stava formando un modello di pennant ribassista mostrato in verde. Come puoi provare su un account demo gratuito, questo modello tende ad avere un risultato ribassista.

La tendenza discendente è supportata anche dalle medie mobili e dall’oscillatore stocastico. Pertanto, prevedo che la coppia continuerà a scendere mentre i ribassisti tenteranno di attraversare il supporto vitale a 0,900.