Prezzi del grano al rialzo dopo il rapporto WASDE

By: Faith Maina
Faith Maina
Faith si sforza di scomporre gli sviluppi complessi in modo che gli investitori possano prendere decisioni più consapevoli. Quando… read more.
on Dic 12, 2020
  • I prezzi del grano sono balzati al rialzo attestandosi a 605,77$.
  • I prezzi del grano hanno oscillato poiché il rapporto WASDE di dicembre non era abbastanza rialzista.
  • Gli investitori puntano sul continuo aumento del consumo di grano in Cina.

Dopo aver vacillato per gran parte della giornata di ieri, ora i prezzi del grano sono in rialzo. Alle 13:54 GMT di ieri, i futures sul grano sono aumentati dell’1,35%, arrivando a 605,77$. Gli investitori sembrano aver guardato oltre il previsto aumento della produzione globale di grano. L’attenzione dei rialzisti è sulle importazioni cinesi e sull’abbassamento dell’offerta statunitense.

Prezzi del grano

Su un grafico a 4 ore, la rottura al rialzo dei prezzi del grano è arrivata dopo aver vacillato per gran parte della giornata di ieri. Il mercato ha reagito al rapporto WASDE dello scorso giovedì, che non era abbastanza rialzista. Secondo il dipartimento dell’agricoltura degli Stati Uniti, il prezzo medio agricolo della merce rimane a 4,70$ per staio.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

A livello globale, le prospettive per il grano 2020/21 includono un aumento dell’offerta. La previsione comprende anche maggiori esportazioni e consumi e una riduzione delle scorte.

Il dipartimento ha adeguato le sue stime delle forniture globali di grano di +1,2 milioni di tonnellate arrivando a 1074,3 milioni di tonnellate. L’aggiustamento ha fatto seguito all’aumento della produzione mondiale, che attualmente è al livello record di 773,7 milioni di tonnellate.

L’USDA prevede che Russia, Canada e Australia riporteranno un aumento della produzione nella stagione del raccolto 2020/21. In Australia, è probabile che la produzione aumenti di 1,5 milioni di tonnellate per raggiungere i 30 milioni di tonnellate. Per quanto riguarda Russia e Canada, l’agenzia prevede che la produzione di grano aumenterà rispettivamente di 500.000 tonnellate e 0,2 milioni di tonnellate.

Negli Stati Uniti, le previsioni di dicembre del dipartimento per la stagione 2020/21 comprendono una leggera riduzione dell’offerta, un aumento delle esportazioni e un consumo interno stagnante. Le minori importazioni hanno contribuito alla riduzione delle forniture di 5 milioni di bushel.

D’altra parte, l’agenzia ha adeguato le esportazioni a +10 milioni di bushel. Le spedizioni di grano bianco sono in aumento. Al contrario, le previsioni dell’Hard Red Winter sono stati inferiori nelle ultime settimane. Le vendite di grano bianco sono state in gran parte destinate ai Paesi dell’Asia orientale.

Per quanto riguarda il rapporto dell’USDA, il vicepresidente del Price Futures Group, Jack Scoville, ha dichiarato: “Il rapporto non era ribassista ma la reazione è stata meno rialzista di quanto ci aspettassimo”.

La Cina è il più grande importatore di prodotti agricoli. Difatti, gli investitori che cercano di investire in commodities puntano sul continuo acquisto di prodotti agricoli da parte della Cina. Come indicato nel rapporto WASDE, il previsto aumento del consumo globale di grano è in gran parte dovuto al maggiore utilizzo in Cina, Unione Europea e Australia.

Il dipartimento dell’agricoltura ha stimato che il consumo di grano della Cina aumenterà di 3 milioni di tonnellate per raggiungere i 24 milioni di tonnellate. La cifra sarebbe il suo picco residuo e l’utilizzo di mangime dalla stagione 2012/13. Le importazioni dal Regno di Mezzo hanno superato quelle dell’anno precedente. Se le cifre raggiungono gli 8,5 milioni di tonnellate previsti, sarà l’importo più alto dal periodo 1995/96.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro