Probabile rialzo dei prezzi del mais dopo l’acquisto record di mais USA della Cina

By: Faith Maina
Faith Maina
Faith si sforza di scomporre gli sviluppi complessi in modo che gli investitori possano prendere decisioni più consapevoli. Quando… read more.
on Mar 17, 2021
  • Le vendite di mais USA in Cina sono pari a 1.156 milioni di tonnellate, il dato più alto da gennaio.
  • Le preoccupazioni per le scorte dal Brasile si basano sulla semina ritardata del secondo raccolto di mais.
  • I prezzi del mais sono a $552,80 e cercano di superare il massimo della scorsa settimana di $556,08.

I prezzi del mais hanno mantenuto i guadagni di lunedì mentre cercavano un breakout rialzista oltre il massimo della scorsa settimana. Martedì, la commodity agricola è stata scambiata a $552,80, in aumento dello 0,93%. I prezzi hanno trovato supporto nelle cifre rialziste dell’USDA sulle vendite di mais degli Stati Uniti in Cina e nelle preoccupazioni sull’offerta dal Brasile.

Vendite di mais dagli Stati Uniti alla Cina

Il 16 marzo, l’agenzia ha annunciato che il Regno di Mezzo aveva prenotato 1.156 milioni di tonnellate di mais da parte degli esportatori privati all’interno degli Stati Uniti. Il totale rappresenta il più alto acquisto di mais degli Stati Uniti che la Cina ha fatto dalla fine di gennaio 2021 e il secondo totale più alto di sempre. Il 29 gennaio, l’USDA ha annunciato che la Cina aveva acquistato 2,1 milioni di tonnellate di mais dal Paese.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

L’agenzia ha inoltre previsto che la Cina acquisterà un record di 24 milioni di tonnellate di prodotti da varie nazioni coltivatrici di mais nel corso della stagione 2020/21. Questo avviene mentre il Paese si sforza di ricostruire i propri allevamenti di maiali.

Fornitura di mais del Brasile

I prezzi del mais trovano sostegno anche dalle preoccupazioni per l’offerta di raccolti in Brasile. Gli investitori il cui interesse è investire in commodities riconoscono che il clima è un fattore chiave dei prezzi nel settore agricolo. Le condizioni meteorologiche sfavorevoli nel Paese sudamericano hanno portato a una semina ritardata del secondo raccolto di mais della stagione.

Nel suo rapporto settimanale, Conab indicato che alla data del 12 marzo, era stato completato il 71,5% della superficie coltivata prevista. Il dato è inferiore all’88,0% raggiunto nello stesso periodo dell’anno passato.

Il secondo raccolto di mais viene solitamente piantato tra febbraio e marzo dopo la raccolta della soia. Quest’anno, il clima sfavorevole ha causato un ritardo nella semina e nella raccolta della soia nelle aree del Centro-Ovest e del Sud. Ciò a sua volta ha ostacolato la semina del mais e ha alimentato l’aumento dei prezzi del mais.

Previsioni tecniche sui prezzi del mais

Dopo aver scambiato al di sotto delle medie mobili esponenziali a 25 e 50 giorni dalla scorsa settimana, i prezzi del mais sono al di sopra degli EMA nella sessione di oggi. Sul grafico a quattro ore, l’EMA a 25 giorni ha superato quella a 50 giorni al rialzo mentre i prezzi si sforzano di superare il massimo della scorsa settimana di $556,08. Dopo aver superato quel livello, il prossimo obiettivo sarà il livello di resistenza più alto di circa $560,13. Oltre a ciò, i prezzi del mais metteranno alla prova il massimo di quest’anno di $572,51.

Il rovescio della medaglia, è probabile che i prezzi raggiungano il precedente livello di resistenza di $539,45. I ribassisti potrebbero anche testare il livello di supporto di $530,52.

Prezzi del mais
Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro