Analista di Evercore su Uber: “Le probabilità di una legislazione federale sono minime”

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Giu 10, 2021
  • La domanda di ride sharing si sta riprendendo un po' più velocemente del previsto.
  • L'attività di ride sharing di Uber ha aggiunto 70.000 nuovi conducenti nella seconda metà di maggio.
  • L'azienda ha annunciato all'inizio di quest'anno incentivi alla guida per un valore di $250 milioni.

La prima conferenza su tecnologia, media e telecomunicazioni di Evercore ISI mercoledì ha visto la partecipazione di nomi importanti come Expedia, Roku, Grab, Next Door e Uber Technologies Inc (NYSE: UBER).

I commenti di Mark Mahaney a “Squawk Box” della CNBC

L’amministratore delegato senior Mark Mahaney, della società di investment banking, ha riassunto i commenti di Uber a “Squawk Box” della CNBC evidenziando:

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Sembra che la domanda di ride sharing si stia riprendendo un po’ più velocemente del previsto. Uber Eats sta sostenendo una crescita un po’ più veloce del previsto, nonostante la riapertura dell’economia. Anche la loro attività pubblicitaria negli Stati Uniti sembra seguire un po’ meglio del previsto. Uber, come azienda che non è redditizia, ha bisogno di tutti i flussi di entrate ad alto margine che possono ottenere. La pubblicità è uno di quelli. Dal punto di vista normativo, le possibilità di una legislazione federale sono de minimis che avranno un impatto negativo su Uber nel prossimo anno o due”.

Uber ha dichiarato alla conferenza di Evercore ISI che la sua attività di ride sharing ha aggiunto 70.000 nuovi conducenti nella seconda metà di maggio. Aziende come Uber e Lyft stanno attualmente premendo per una legislazione che classifichi i loro conducenti come “sotto contratto” dopo che la California ha dato loro lo status legale di “dipendenti” nel 2019 che li ha resi idonei a protezioni come l’indennità di disoccupazione e il salario minimo.

Uber è ben posizionata per soddisfare la maggiore domanda

Secondo Mahaney, i controlli di stimolo agli americani e un rischio più elevato di infezione da COVID-19 quando si viaggia con estranei hanno reso molto meno gratificante per i conducenti lavorare per Uber nel 2020. Tuttavia, con il lancio di vaccini e Uber che ha speso $250 milioni in incentivi per i conducenti, quest’anno. La forza lavoro sta tornando rapidamente e l’azienda è ben posizionata per soddisfare la maggiore domanda nei prossimi mesi.

Il ride-sharing negli Stati Uniti ha visto una forte domanda negli ultimi mesi, soprattutto dopo che il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) ha affermato che non è più necessario che le persone completamente vaccinate indossino le mascherine. Nel suo precedente rapporto, Uber ha affermato che le sue prenotazioni lorde sono balzate a un livello record a marzo.

Le azioni Uber hanno aperto a $50 in borsa mercoledì e attualmente stanno scambiando a $49,50. In confronto, la società con sede a San Francisco aveva iniziato l’anno 2021 con un aumento di $51 per azione dopo un guadagno annualizzato vicino al 70% nel 2020. Al momento, Uber Technologies Inc ha una capitalizzazione di mercato di $92,67 miliardi.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro