Keith Meister sull’inflazione: “non è male per tutti i titoli”

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Ott 21, 2021
  • Meister dice che l'inflazione è negativa solo per una manciata di azioni.
  • Ha spiegato perché i titoli tecnologici a mega-cap sono ancora una scelta migliore.
  • Meister ha ribadito che l'economia degli Stati Uniti in generale è in buona forma.

L’inflazione ha reso circa il 41% dei singoli investitori americani più “cauti” per il mercato azionario, ma Keith Meister di Corvex Capital dice che “non è male per tutti i titoli”.

Le osservazioni di Meister sull'”Halftime Report” della CNBC

Nell'”Halftime Report” della CNBC, Meister ha affermato che l’inflazione è negativa solo per poche azioni prive di potere di determinazione dei prezzi.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Quindi, vuoi possedere asset di alta qualità con bilanci solidi e avere un prodotto che può trasferire il prezzo e avere una crescita reale degli utili nominali in un mondo anche se c’è inflazione.

Meister ha convenuto che nei prossimi dodici mesi potrebbero esserci diversi “falsi positivi” che indicano che l’inflazione non sarà transitoria, ma ha ribadito che l’economia americana in generale è in buona forma.

Investire in azioni è un gioco da ragazzi per Meister

Secondo Meister, i titoli tecnologici a mega-cap come Apple, Microsoft, Amazon e Facebook continuano a essere una scelta più intelligente rispetto all’obbligazione a 10 anni con un rendimento dell’1,67% perché è probabile che i giganti della tecnologia aumentino gli utili fino al 20% all’anno per i prossimi cinque anni.

Quindi, voglio comprare queste azioni e avere rendimenti positivi o voglio comprare obbligazioni con un rendimento dell’1,67% e avere una garanzia di inflazione dal 4% al 5% che perderò capitale? Mi sembra che il commercio ovvio sia ancora quello di possedere azioni.

Apple, Microsoft, Amazon e Facebook insieme costituiscono circa il 20% dell’indice di riferimento S&P 500 che ora viene scambiato vicino al suo record con una crescita di poco inferiore al 25% da inizio anno. I titani della tecnologia riferiranno i loro risultati finanziari trimestrali la prossima settimana.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money