Previsioni su Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq dopo il forte rapporto sull’occupazione negli USA

By: Stanko Iliev
Stanko Iliev
Stanko si dedica a fornire agli investitori informazioni rilevanti che possono utilizzare per prendere decisioni di investimento. Ama la… read more.
on Nov 8, 2021
  • Per la settimana, l'S&P 500 è salito del 2%, il Dow dell'1,42% e il Nasdaq ha guadagnato il 3,05%.
  • Gli Stati Uniti hanno aggiunto 531K posti di lavoro a ottobre.
  • Il tasso di disoccupazione è sceso al 4,6%.

Il Dow Jones, l’S&P 500 e il Nasdaq sono avanzati su base settimanale a seguito di un forte rapporto sull’occupazione negli Stati Uniti e di dati positivi circa la pillola sperimentale di Pfizer contro il COVID-19. Gli Stati Uniti hanno pubblicato venerdì il rapporto sui salari non agricoli, che ha mostrato che il Paese ha aggiunto 531.000 posti di lavoro a ottobre.

Il rapporto sul lavoro ha battuto la stima degli economisti di 450.000 e la notizia positiva è che il tasso di disoccupazione è sceso al 4,6% rispetto al 4,8% di settembre. Il capo economista di Stifel, Lindsey Piegza, ha dichiarato venerdì:

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Da un punto di vista politico, mentre una serie di ottimi rapporti sull’occupazione nei prossimi mesi potrebbe indurre la Federal Reserve ad accelerare i suoi piani di tapering appena annunciati, una serie di dati sull’occupazione più deboli del previsto potrebbe ugualmente portare il Comitato a ridurre il ritmo.

La scorsa settimana, la Federal Reserve statunitense ha annunciato il tapering mensile di 15 miliardi di dollari per i suoi 120 miliardi di dollari di acquisti mensili di obbligazioni. L’annuncio non ha sorpreso gli investitori, ma gli investitori continueranno a prestare attenzione ai commenti della Federal Reserve in cerca di indizi.

Una svolta più aggressiva dovrebbe influenzare positivamente il dollaro USA, ma oltre a questo, alcuni investitori vedono la posizione della Fed come un voto di fiducia per l’economia statunitense. I forti utili societari hanno anche rafforzato l’ottimismo nei confronti degli investitori e i risultati di molte grandi aziende hanno fornito un buon inizio all’ultimo trimestre del 2021.

Dall’altro lato, la crescente inflazione, insieme alla crisi delle catene di approvvigionamento mondiale, è diventata una preoccupazione per gli investitori. Il tasso di inflazione annuale negli Stati Uniti ha raggiunto il massimo da 13 anni del 5,4% a settembre, ben al di sopra dell’obiettivo della Federal Reserve statunitense.

Il presidente della Fed, Jerome Powell, ha affermato che l’inflazione elevata sarebbe probabilmente transitoria, ma i problemi delle supply chain probabilmente si estenderebbero anche al prossimo anno. La prossima settimana sarà impegnativa: gli Stati Uniti pubblicheranno le stime finali dei dati sull’inflazione di ottobre e una stima preliminare del Michigan Consumer Sentiment Index di novembre.

S&P 500 in rialzo del 2% su base settimanale

Per la settimana, S&P 500 (SPX) ha registrato un aumento del 2% e ha chiuso a 4.697 punti.

Fonte dei dati: tradingview.com

L’S&P 500 continua a operare in un mercato rialzista, ma se il prezzo scende sotto i 4.500 punti, sarebbe un segnale di “vendita” con la strada aperta a 4.300 punti.

DJIA in aumento dell’1,4% su base settimanale

Il Dow Jones Industrial Average (DJIA) è avanzato dell’1,4% per la settimana e ha chiuso a 36.327 punti.

Fonte dei dati: tradingview.com

Il forte livello di resistenza si trova a 37.000 punti e se il prezzo supera questo livello, abbiamo la strada aperta a 37.200 punti. D’altra parte, se il prezzo scendesse sotto i 35.000 punti, sarebbe un segnale di “vendita” deciso e il prossimo obiettivo potrebbe essere intorno a 34.500 punti.

Nasdaq Composite in rialzo del 3,05% su base settimanale

Per la settimana, il Nasdaq Composite (COMP) ha registrato un aumento del 3,05% e ha chiuso a 15.971 punti.

Fonte dei dati: tradingview.com

Se il prezzo dovesse superare i 16.100 punti, sarebbe una conferma rialzista per questo indice. L’attuale livello di supporto è pari a 15.500 punti e, se il prezzo scende al di sotto di questo livello, il prossimo obiettivo potrebbe essere 15.000 punti.

In sintesi

I tre principali indici di Wall Street sono avanzati su base settimanale a seguito di un forte rapporto sull’occupazione negli Stati Uniti e di dati positivi per la pillola sperimentale di Pfizer contro il COVID-19. Gli Stati Uniti hanno aggiunto 531.000 posti di lavoro a ottobre, mentre il tasso di disoccupazione è sceso al 4,6% rispetto al 4,8% di settembre.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money