Previsioni del prezzo del greggio: equilibrio atteso nel prossimo futuro

By: Faith Maina
Faith Maina
Faith si sforza di scomporre gli sviluppi complessi in modo che gli investitori possano prendere decisioni più consapevoli. Quando… leggi di piú.
on Nov 18, 2021
  • Il prezzo del greggio è in bilico nella zona di supporto cruciale di $80.
  • L'IEA e l'OPEC prevedono un aumento dell'offerta a un ritmo più rapido nei prossimi mesi.
  • I dati dell'EIA hanno mostrato un pareggio superiore al previsto in vista delle festività natalizie.

Il prezzo del greggio è in calo poiché diverse agenzie prevedono un aumento dell’offerta nei prossimi mesi. I futures WTI vengono scambiati al di sotto del livello di supporto cruciale di $80 agli attuali $78,21. Allo stesso tempo, i future sul Brent si aggirano intorno ai fondamentali $80.

crude oil price
prezzo del greggio

Dati di inventario

Il prezzo del greggio sta trovando supporto nei dati di inventario settimanali rilasciati. Mercoledì scorso, i dati della Energy Information Administration (EIA) hanno dimostrato che la quantità di olio in deposito è diminuito di 2.101 milioni di barili nella settimana terminata il 12 novembre.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Gli analisti si aspettavano un incremento di 1.398 milioni, che sarebbe stato superiore ai 1.001 milioni di barili della settimana precedente. In particolare, le scorte statunitensi hanno registrato un aumento in 6 settimane su 8 dalla fine di settembre. A Cushing, il più grande deposito di petrolio negli Stati Uniti, la costruzione registrata di 216.000 barili arriva dopo una costruzione per 5 settimane consecutive.

Allo stesso tempo, le scorte di benzina sono diminuite di 708.000 barili rispetto al prelievo della settimana precedente di 1,555 milioni e previsto 575.000 barili. Le scorte di benzina sono in calo da 6 settimane consecutive.

Prospettive dell’offerta

I dati di inventario pubblicati sono in linea con le prospettive rialziste della domanda che hanno aumentato il prezzo del greggio nelle ultime settimane. In effetti, gli investitori si aspettano un’impennata della domanda prima delle festività natalizie. La corsa al rialzo è stata fondata anche sui tagli alla produzione dell’OPEC che dovrebbero continuare fino a dicembre. Ciò spiega che $80 è diventato una zona di supporto costante per la merce nonostante la volatilità sperimentata.

Tuttavia, l’offerta probabilmente supererà la domanda nei prossimi mesi. L’OPEC ha abbassato le sue previsioni per la domanda mondiale di petrolio nel trimestre in corso. Inoltre, ha deciso di continuare i suoi tagli alla produzione aumentando la produzione di un modesto 400.000 bpd a dicembre. La mossa ha lo scopo di evitare un eccesso di offerta.

Martedì, il segretario generale dell’alleanza, Mohammad Barkindo, ha evidenziato un probabile surplus di offerta a dicembre. Da parte sua, l’IEA ha indicato che l’offerta statunitense è destinata ad aumentare a un ritmo più rapido nel secondo trimestre del 22° trimestre. L’agenzia si aspetta che la produzione dagli Stati Uniti recuperi il 60% della prevista crescita dell’offerta di 1,9 milioni di barili al giorno dalle nazioni non OPEC nel 2022.

A breve termine, anche gli investitori saranno entusiasti della nuova ondata di COVID-19 segnalata in Europa. In risposta ai casi in aumento, il governo austriaco ha imposto un blocco alla parte del pubblico non vaccinata.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money