Coppia NZD/USD in calo dopo la decisione aggressiva della RBNZ

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo… read more.
on Nov 24, 2021
  • La coppia NZD/USD è scesa dopo l'ultima decisione sul tasso della RBNZ.
  • La banca ha deciso di aumentare i tassi di interesse di 25 punti base.
  • La coppia continuerà probabilmente a scendere nei prossimi giorni.

Il prezzo NZD/USD è diminuito anche dopo la decisione sui tassi di interesse della Reserve Bank of New Zealand (RBNZ) relativamente aggressiva. La coppia è scesa a 0,6912, il livello più basso dal 13 ottobre.

Decisione della RBNZ

L’economia della Nuova Zelanda è andata relativamente bene negli ultimi mesi. Dati recenti mostrano che il mercato del lavoro si è irrigidito e si è spostato ai livelli pre-pandemia. Le vendite al dettaglio sono andate bene, mentre anche altri settori dell’economia si sono ripresi. L’inflazione è aumentata anche a causa dell’aumento dei prezzi dell’energia e delle continue difficoltà logistiche.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

È in questo contesto che la RBNZ ha tenuto la sua riunione di politica monetaria. In una dichiarazione di lunedì mattina, il comitato ha annunciato che aumenterà i tassi di interesse di un altro 0,25% fino allo 0,75%. Questo è stato il secondo aumento dei tassi quest’anno. Rende la RBNZ una delle banche centrali più aggressive sul mercato. In un comunicato, la banca ha dichiarato:

“Si prevede che l’inflazione principale del CPI superi il 5% nel breve termine prima di tornare al punto medio del 2% nei prossimi due anni. L’aumento dell’inflazione a breve termine è accentuato dall’aumento dei prezzi del petrolio, dall’aumento dei costi di trasporto e dall’impatto delle supply chain”.

La coppia NZD/USD è scesa dopo la decisione rigida perché l’aumento dei tassi era in linea con le aspettative. Ciò significa che gli investitori avevano già scontato l’aumento dei tassi del Paese.

È anche diminuito a causa della Federal Reserve. Gli analisti si aspettano che la Fed inizi a essere più aggressiva nel tentativo di domare l’inflazione dei consumatori e dei produttori. Più tardi nella giornata di oggi, la coppia NZD/USD reagirà agli ultimi dati sul PIL degli Stati Uniti, sugli ordini di beni durevoli e sui dati sulla spesa per consumi personali (PCE).

Previsioni NZD/USD

NZD/USD

Il grafico a tre ore mostra che la coppia NZD/USD ha avuto un forte trend ribassista nelle ultime settimane. È diminuita di oltre il 4% rispetto al livello più alto di ottobre. Di conseguenza, la coppia si è spostata al di sotto della nuvola di Ichimoku e della media mobile a 25 giorni. La coppia si è anche avvicinata alla linea inferiore del canale discendente mentre il MACD ha continuato a scendere. Pertanto, il percorso della minima resistenza per la coppia è più basso, con il prossimo livello chiave da tenere d’occhio a 0,6860, il livello più basso di ottobre.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money