Previsione del prezzo dell’oro: pattern ribassista per la situazione a breve termine

By: Faith Maina
Faith Maina
Faith si sforza di scomporre gli sviluppi complessi in modo che gli investitori possano prendere decisioni più consapevoli. Quando… leggi di piú.
on Nov 29, 2021
  • Il prezzo dell'oro è ancora al di sotto dei $1.800 dopo i sottili movimenti di lunedì.
  • Il rafforzamento del dollaro USA ha continuato a frenare i guadagni del metallo prezioso.
  • Il prezzo dell'oro potrebbe rimanere all'interno di un canale orizzontale.

I movimenti del prezzo dell’oro all’inizio della settimana sono piuttosto contenuti. In particolare, si è conclusa la scorsa settimana con un minimo a causa del rafforzamento del dollaro USA. Nella nuova settimana, l’attenzione si concentrerà sui discorsi dei politici della Fed e sulla performance complessiva del biglietto verde.

Rafforzamento del dollaro

L’indice del dollaro, che misura il valore del biglietto verde contro un paniere di sei valute, è in ripresa dopo l’allentamento della scorsa settimana. Mercoledì è salito a $96,95, che è il livello più alto da luglio 2020. A quel livello, era nel territorio di ipercomprato con un RSI di 73. Anche con il successivo ritiro correttivo, ha chiuso la settimana sopra $96, che è stato una zona di supporto cruciale da oltre una settimana. All’inizio della sessione di lunedì, è aumentato dello 0,29% a $96,35.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Nella nuova settimana, la testimonianza e i discorsi del presidente della Fed recentemente rieletto da altri funzionari della Fed avranno probabilmente un impatto sul prezzo dell’oro. Nei recenti verbali della riunione della Fed, un numero crescente di politici ha evidenziato la propria volontà di accelerare il tapering degli acquisti di asset e aumentare i tassi di interesse se l’inflazione persiste.

Gli investitori apprezzeranno anche i rendimenti dei Treasury. I rendimenti in aumento di solito supportano il dollaro USA esercitando pressione sui metalli preziosi. I rendimenti obbligazionari statunitensi a 10 anni di riferimento hanno chiuso la settimana in ribasso del 9,4% a 1,48 dopo essere saliti al massimo di un mese a 1,69 all’inizio della settimana. Tuttavia, da allora ha superato il livello psicologico di 1,50.

Prospettive tecniche del prezzo dell’oro

Il prezzo dell’oro è terminato la scorsa settimana al di sotto del livello psicologicamente cruciale di 1.800 dopo averlo superato all’inizio della sessione di venerdì. Sebbene sia in ripresa nella sessione di lunedì, rimane al di sotto di questa zona chiave di resistenza di supporto e svolta. Al suo livello attuale, il metallo prezioso ha cancellato la maggior parte dei guadagni del mese. In effetti, è solo dell’1,93% al di sopra del minimo mensile di 1.759,18. Al momento in cui scriviamo, è aumentato dello 0,05% a 1.794,29.

Su un grafico a quattro ore, il prezzo dell’oro viene scambiato al di sotto delle medie mobili esponenziali di 25 e 50 giorni. Allo stesso tempo, ha formato un modello head and shoulders, che è un pattern ribassista.

Sulla base di questi indicatori tecnici, il metallo prezioso registrerà probabilmente ulteriori perdite nella nuova settimana. Il canale orizzontale tra l’EMA a 50 giorni a 1.813,40 e il minimo di novembre a 1.759,18 rimarrà cruciale nelle sessioni successive. In particolare, questa gamma è stata importante da metà ottobre.

Nell’immediato, l’EMA a 25 giorni a 1.800,98 sarà il livello di resistenza a cui prestare attenzione. Oltre quel livello, potrebbe raggiungere il limite superiore del canale orizzontale di 1.813,40 prima di tornare intorno alla zona psicologica di 1.800. D’altro canto, un calo al di sotto del prezzo attuale posizionerà probabilmente il supporto a 1,775,00 o inferiore al limite inferiore del canale di 1,759,18.

gold price
Prezzo dell’oro
Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money