Comprare l’indice del dollaro prima dei dati sull’inflazione USA?

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo… read more.
on Gen 12, 2022
  • L'indice del dollaro USA si è spostato durante la notte al di sotto di un livello di supporto chiave.
  • L'indice è sceso anche dopo la dichiarazione di Jay Powell.
  • L'attenzione si sposta sui prossimi dati sull'inflazione al consumo americana.

L’indice del dollaro statunitense (DXY) ha superato un importante livello di supporto dopo l’ultima testimonianza di Jerome Powell, presidente della Federal Reserve. Viene scambiato a $95,55, che è circa l’1,50% al di sotto del livello più alto dell’anno scorso.

Testimonianza di Jerome Powell

L’indice del dollaro USA è leggermente diminuito dopo che Jerome Powell ha testimoniato a Washington durante le sue udienze di conferma. Il presidente della Fed ha ribadito che la banca si è impegnata a continuare con il processo di inasprimento nel tentativo di far fronte all’aumento dei dati sull’inflazione al consumo.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Ha accennato al fatto che la banca porrà fine alla sua politica di allentamento quantitativo nel Q1. Tale azione sarà quindi seguita da una politica di aumento dei tassi di interesse. Gli analisti prevedono che la banca avrà circa 3 aumenti quest’anno. Ma nella sua dichiarazione, ha accennato al fatto che la banca potrebbe fare più aumenti nella sua battaglia contro l’inflazione.

La dichiarazione è arrivata un giorno prima degli ultimi dati sull’inflazione al consumo negli Stati Uniti. Gli economisti intervistati da Reuters si aspettano che i dati mostrino che l’indice dei prezzi al consumo (CPI) è salito a un massimo pluridecennale del 7,0%. Il CPI core, che esclude la volatilità dei prezzi alimentari ed energetici, dovrebbe aumentare del 5,4% a dicembre.

L’inflazione è aumentata notevolmente negli ultimi mesi a causa della politica di denaro facile attuata dalla Fed. Ad esempio, per sostenere l’economia, la banca ha stampato trilioni di dollari attraverso la sua politica di quantitative easing a tempo indeterminato.

Un altro motivo per cui l’inflazione al consumo è aumentata è che è ancora in corso una crisi della catena di approvvigionamento in tutto il mondo. Ancora più importante, anche i prezzi dell’energia sono aumentati notevolmente.

Pertanto, l’indice del dollaro USA probabilmente diminuirà se i numeri dell’inflazione statunitense saranno superiori alle attese. Per uno, queste cifre sono già state prezzate. Inoltre, gli analisti scommetteranno che l’inflazione ha iniziato a raggiungere il picco.

Previsioni dell’indice del dollaro USA

dollar index

Il grafico giornaliero mostra che l’indice DXY ha avuto un trend ribassista nelle ultime settimane. Durante la notte, l’indice è riuscito a superare il livello di supporto chiave a $95,66, che aveva già faticato a superare al ribasso. Si è anche spostato al di sotto delle medie mobili a 25 e 50 giorni.

Pertanto, è probabile che l’indice DXY continui a scendere nel breve termine. Se ciò accade, il prossimo livello chiave da tenere d’occhio sarà $95.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money