Ad

Binance pubblica i rendimenti annuali dei suoi asset di staking

Di:
su Dec 24, 2019
Listen
  • Binance ha pubblicato un resoconto dei rendimenti annuali dei suoi asset di staking.
  • Binance ha introdotto lo staking qualche mese fa, a settembre, ma ci si aspetta che i rendimenti annuali dimostrano il potenziale dello staking.
  • Gli asset in testa sono quelli lanciati dal Binance Launchpad, ma gli altri token non sono poi tanto indietro.

Segui Invezz su TelegramTwitter e Google Notizie per restare aggiornato >

Sono passati tre mesi dall’annuncio di Binance della propria piattaforma di staking. L’annuncio di settembre ha causato il risveglio dell’interesse da parte del mondo delle criptovalute nei confronti di Binance, nonostante il fatto che abbia iniziato a fare staking solo per Stellar (XLM) e Algorand (ALGO).

Stai cercando segnali e avvisi da parte di trader professionisti? Iscriviti a Invezz Signals™ GRATIS. Richiede 2 minuti.

Ovviamente, gli scambi non si sono fermati qui e in ben poco altre valute si sono fatte largo sulla piattaforma di staking.

Anche se la piattaforma di staking è nata solo pochi mesi fa, Binance ha comunque deciso di stimare i suoi rendimenti annuali per gli asset di staking e rivelare pubblicamente i risultati.

Cosa hanno rivelato i rendimenti annuali attesi?

Copy link to section

Secondo il resoconto di Binance, lo staking è indubbiamente in crescita. Il report evidenzia che Kava è quello in testa alla lista, con un rendimento attuale intorno al 14-16%. Stranamente, lo staking di Kava è stato annunciato solo la scorsa settimana, con ricompense iniziali di staking da 30.000 KAVA.

Subito dopo KAVA, ci sono Algorand con un rendimento di circa 12-14%, Fetch.ai con un rendimento di circa 8-12%, al pari di Harmony con un rendimento atteso intorno all’8-10%. La lista è chiaramente dominata dalle valute lanciate tramite il Binance Launchpad, ma non è una sorpresa dato che Binance è stata la piattaforma che ha dato il via al trend IEO. Oltretutto, è ancora una delle più grandi, affidabili e rispettate piattaforme di scambio nel mercato.

Binance ha inserito nella lista anche TRON, sebbene il suo rendimento atteso è inferiore a quello delle valute lanciate dal Launchpad, pari a circa il 7-9%.

Per ultimi, ma non per importanza, Binance ha inserito anche lo staking di Tezos, attirando ulteriormente l’attenzione su questa altcoin che offre zero fee di staking. Mentre il rendimento atteso di Binance per XTZ si aggira intorno a solo il 6-7%, questo token ha beneficiato delle attenzioni ricevute con un enorme aumento di prezzo a seguito della notizia. Con dei rendimenti annuali attesi come questi, Binance ha tutto il diritto di aspettarsi che il 2020 sarà l’anno dello staking.

Fetch.ai Kava Crypto