Il Giappone prende una decisione riguardo la proposta di ripristinare il Dash

By: Ali Raza
Ali Raza
Ali svolge un ruolo chiave nel team di notizie sulle criptovalute. Ama viaggiare nel tempo libero e gli piace… read more.
on Apr 30, 2020
  • Dash (DASH) potrebbe presto tornare inaspettatamente nei crypto exchange giapponesi.
  • La moneta è stata rimossa più di due anni fa a causa del ruolo delle privacy coin nel riciclaggio di denaro.
  • Yosuke Suda ha scritto una proposta per ripristinare DASH, in quanto non infrange le regole dei regolatori.

Sono passati quasi due anni e mezzo da quando il Giappone ha bandito Dash dai crypto exchange del Paese. La scelta è stata presa dopo l’hack di Coincheck nel gennaio 2018. L’hack ha causato il furto di mezzo miliardo di NEM, inducendo le autorità a rimuovere le privacy coin dagli exchange. Oltre a DASH, anche ZCash e Monero sono stati banditi.

Anche il sudcoreano OKEx ha rimosso le privacy coin per rimanere fedele alle linee guida del GAFI. Ora, però, quasi due anni e mezzo dopo, la situazione sta prendendo un’altra piega.

Il Giappone ha bisogno di ripristinare il DASH

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Mentre l’FSA ha ordinato agli exchange di rimuovere le privacy coin per evitare l’hacking, il riciclaggio di denaro sporco e simili, queste monete sono ancora molto richieste. Questo è ciò che ha spinto un individuo, Yosuke Suda, a presentare la proposta DASHNexus. Ha presentato la sua proposta quasi due mesi fa, il 9 marzo.

L’obiettivo era quello di cercare di convincere l’ente regolatore a inserire nuovamente Dash nella whitelist e a restituirlo agli scambi locali. Se questo dovesse accadere, gli investitori e anche i punti vendita al dettaglio lo adotterebbero e fornirebbero agli utenti un modo per pagare in modo anonimo. Con un sorprendente colpo di scena, il 26 aprile Suda ha pubblicato un aggiornamento, affermando che la proposta è stata approvata.

Suda ha sostenuto che Dash è un progetto che utilizza una blockchain trasparente, e che è conforme al GAFI, compresa la trade rule.

Suda e DCG collaborano per ripristinare il DASH

Suda ha anche rivelato di aver collaborato con il Dash Core Group (DCG) e i suoi rappresentanti in Giappone. Insieme, hanno lottato non solo per riportare Dash negli exchange, ma anche per promuovere la moneta a livello nazionale.

L’obiettivo della proposta è anche quello di cambiare il punto di vista negativo su Dash tra i regolatori giapponesi. Anche se non ci sono leggi che vietano apertamente il reinserimento di Dash, il progetto è ancora influenzato da linee guida indirette. Ad esempio, le linee guida lo bloccano dagli exchange in quanto questi ultimi vietano progetti difficili da rintracciare. Le regole non consentono inoltre di quotare progetti che non possono essere controllati o che potrebbero contribuire alla violazione delle leggi antiriciclaggio. Suda e la DCG stanno attualmente creando un team di avvocati e CPA per scrivere e presentare un nuovo memorandum per Dash.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro