Ad

Centre ha congelato un indirizzo Ethereum per conto delle forze dell’ordine

Di:
su Jul 9, 2020
Listen
  • Un indirizzo basato su Ethereum, con 100.000 dollari in USDC, è stato recentemente inserito nella blacklist.
  • La blacklist è stata stilata dalla Centre, la società che emette la stablecoin.
  • Le forze dell'ordine hanno richiesto a Centre di congelare tali fondi.

Segui Invezz su TelegramTwitter e Google Notizie per restare aggiornato >

Il settore crypto è sempre stato considerato più libero rispetto alla finanza tradizionale. Uno dei motivi è il fatto che è senza confini, un altro è il fatto che nessuno può semplicemente congelare i fondi di una persona senza avvisare prima. Almeno, questo è ciò che si credeva fino ad oggi.

Stai cercando segnali e avvisi da parte di trader professionisti? Iscriviti a Invezz Signals™ GRATIS. Richiede 2 minuti.

Un indirizzo Ethereum è stato inserito per la prima volta nella blacklist

Copy link to section

Di norma, i fondi su ETH sono detenuti e controllati dal proprietario dell’indirizzo. Tuttavia, se si tratta di USDC, l’indirizzo può essere inserito nella black list e limitato.

Tuttavia, di recente, le forze dell’ordine hanno chiesto che un indirizzo venisse inserito nella blacklist obbligando Centre, una società che emette USD Coin. Questo è il primo caso del suo genere, in cui la funzione di blacklist è stata utilizzata e applicata su un indirizzo Ethereum che conteneva 100.000 dollari in USDC.

Nessuno sa ancora come mai sia successo. Né le forze dell’ordine né Centre stessa hanno fornito al pubblico una motivazione. Centre ha comunque rilasciato una dichiarazione, ma non ha fatto altro che confermare l’inserimento nella blacklist.

“Centre può confermare che ha inserito un indirizzo nella blacklist in risposta a un ordine delle forze dell’ordine. Anche se non possiamo commentare le specifiche della richiesta delle forze dell’ordine, Centre si conforma alle ordinanze vincolanti dei tribunali che hanno la giurisdizione appropriata sull’organizzazione”, si legge nella dichiarazione.

Il portavoce dell’azienda ha persino confermato di non poter rilasciare alcun dettaglio specifico, il che può significare che l’indirizzo in questione è stato coinvolto in reati crypto.

L’indirizzo potrebbe appartenere a un ladro di criptovalute

Copy link to section

C’è anche un commento su un altro indirizzo appartenente ad un utente messo in blacklist. Un crypto user sostiene che tale indirizzio l’abbia derubato dei suoi token. A quanto pare, il proprietario di tale indirizzo avrebbe rubato 10.000 Loopring Coin (750 euro) dal wallet di questo individuo.

Per quanto riguarda gli USDC, Centre è riuscito recentemente a raggiungere un market cap di 1 miliardo di dollari, che lo ha reso la seconda stablecoin più grande del mercato, e una delle poche monete con un cap superiore a 1 miliardo di dollari.

Ora, però, i crypto user sono preoccupati per la centralizzazione delle stablecoin, suggerendo che non c’è modo di essere sicuri che questo non accada di nuovo a qualcun altro.

Ethereum Loopring Crypto