Il mercato crypto crolla con Bitcoin che perde oltre il 5% in 24 ore

By: Jinia Shawdagor
Jinia Shawdagor
Jinia è un'appassionata di criptovalute e blockchain con sede in Svezia. Ama tutto ciò che è positivo, viaggiare ed… read more.
on Set 5, 2020
  • Bitcoin sembra dirigersi verso la principale zona di supporto di $9.500.
  • Anche Ethereum è sceso a $370 dopo aver toccato un massimo di $486 all'inizio della settimana.
  • Il calo potrebbe essere dovuto all'indebolimento del dollaro contro le principali valute legali.

In meno di 24 ore, Bitcoin (BTC) è sceso del 5% passando da un massimo di $11.950 a quota $10.115, in questo momento. I rialzisti avevano preso il controllo del mercato già da luglio, quando la più grande criptovaluta del mondo era in rialzo. Ma il prezzo di oggi è il più basso dallo scorso 28 luglio. All’inizio della settimana, BTC aveva testato la resistenza cruciale di $12.000 ma non è riuscito a violarla e ora sembra essere diretto verso il supporto di $9.500.

Il CEO di BitBull Capital, Joe DiPasquale, ritiene che sia stato un crollo tecnico. Ha commentato:

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“L’attuale calo è di natura tecnica e arriva dopo che i prezzi hanno testato il supporto di $11.000 circa otto volte negli ultimi 30 giorni”.

Ha inoltre aggiunto:

“Come evidenziato nei nostri commenti precedenti, c’è un forte supporto nella zona tra $10.000 e $10.500, e i prezzi devono ancora testare quella zona. Non pensiamo che vedremo cali importanti che interromperanno questa zona di supporto nel a breve termine, ed è probabile che Bitcoin si consoliderà proprio tra $10.500 e $11.000 prima di tentare di superare di nuovo la soglia di $11.500”

Impatto su altre monete e sul dollaro

Come al solito, il crollo del prezzo di Bitcoin si fa sentire anche nei prezzi di altre altcoin poiché la maggior parte di loro si trova nella zona rossa. Anche la seconda criptovaluta più grande per capitalizzazione di mercato, Ethereum (ETH), è scesa attestandosi a $370 dopo aver toccato un massimo di due anni a $486. La maggior parte delle altre altcoin sono scese notevolmente nell’ultimo crash.

L’ultimo bagno di sangue crypto sembra essere correlato a un calo del dollaro USA rispetto alle altre principali valute legali. Danial Kiva, CEO di Invest Diva, ritiene che l’indebolimento dell’USD potrebbe essere quello che sta spingendo al ribasso il prezzo di BTC. Ha commentato l’ultimo crollo dicendo:

“L’USD sembra aver toccato il fondo nelle principali valute legali, tra cui il dollaro canadese e il franco svizzero. Quindi la forza del dollaro USA potrebbe certamente essere uno dei motivi per cui il prezzo di Bitcoin è in calo”.

Questo potrebbe segnalare un periodo ribassista?

Al momento, i venditori sembrano avere il controllo. Tuttavia, il livello di $9.500 si è rivelato un supporto significativo per Bitcoin e la prossima settimana potrebbe testarlo di nuovo. Un rimbalzo sopra i $10.000 è imminente poiché alcuni analisti ritengono che la diminuzione dell’offerta di Bitcoin dopo il dimezzamento farà salire il prezzo sopra i $12.000.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro