Nuovo fork per BCH, ma secondo Roger Ver gli hard fork sono nocivi per la rete

By: Jinia Shawdagor
Jinia Shawdagor
Jinia è un'appassionata di criptovalute e blockchain con sede in Svezia. Ama tutto ciò che è positivo, viaggiare ed… read more.
on Nov 17, 2020
  • Il fork ha portato alla creazione di Bitcoin Cash ABC (BCH ABC) e Bitcoin Cash Node (BCHN).
  • BCHN è attualmente dominante con un hashrate significativamente più alto di BCH ABC.
  • Secondo Roger Ver, la notizia del fork avrebbe potuto far sì che PayPal non aggiungesse il supporto a BCH.

La rete Bitcoin Cash (BCH) si è nuovamente divisa in due nuove blockchain. Un rapporto ha svelato questa notizia il 15 novembre, rilevando che il fork ha dato vita a Bitcoin Cash ABC (BCH ABC) e Bitcoin Cash Node (BCHN). Secondo quanto riferito, Binance ha estratto il blocco #661647 ed è stato l’ultimo blocco comune della rete Bitcoin Cash. AntPool ha quindi proceduto al mining del primo blocco che ha ufficialmente separato la rete.

Secondo il rapporto, l’hashrate ha favorito Bitcoin Cash Node (BCHN) più di Bitcoin Cash ABC (BCH ABC). Secondo i dati di Coin.Dance, i miner hanno estratto 103 blocchi in base alle nuove regole di consenso. Tuttavia, la rete BCH ABC ha ricevuto un basso hashrate con solo sei blocchi minati, per il momento. D’altra parte, i miner hanno estratto 97 blocchi su BCHN. Dai dati di cui sopra, gli analisti ritengono che ci sia una forte possibilità che BCHN diventi il software dominante della rete Bitcoin Cash.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Secondo quanto riferito, questo aggiornamento della rete è arrivato dopo che un gruppo di sviluppatori di Bitcoin Cash soprannominato BCH ABC ha suggerito il fork della rete Bitcoin Cash. Capeggiato da Amaury Sechet, il gruppo ha presentato una controversa regola Coinbase, che impone che l’8% di tutti i BCH estratti venga ridistribuito a BCH ABC per aiutare a finanziare lo sviluppo del protocollo.

Tuttavia, un altro gruppo della comunità Bitcoin Cash chiamato Bitcoin Cash Node si è opposto all’aggiornamento della rete. Di conseguenza, hanno rimosso la tassa sui miner dal loro codice sorgente. Visto che alcuni nodi hanno accettato un hard fork e altri no, la rete Bitcoin Cash si è divisa in due versioni diverse.

Roger Ver afferma che la notizia del fork avrebbe potuto impedire il supporto di PayPal

Prima del fork, Roger Ver, presidente esecutivo di Bitcoin.com e rinomato sostenitore di BCH, ha evidenziato di non essere un fan degli aggiornamenti di rete programmati, che avvengono ogni sei mesi.

Ver ha espresso i suoi sentimenti in un’intervista, dicendo:

“Se PayPal sapesse che era probabile si verificasse questo tipo di hard fork così controverso, forse non avrebbe aggiunto Bitcoin alla loro roadmap. Quindi è davvero un grosso problema quando si verificano questi hard fork. Mi piacerebbe che non ci fossero”.

Spiegando perché gli hard fork potrebbero causare gravi danni alla rete Bitcoin Cash, Ver ha fornito un esempio di come BCH sia meno popolare di BTC. Ha detto che Bitcoin Cash ha preso il nome Bitcoin dopo un hard fork di Bitcoin, e indipendentemente da ciò, la rete ancora affronta problemi quando si tratta di marketing, un ostacolo che ha impedito la sua adozione di massa.

Ha aggiunto:

“Quando è avvenuta la divisione, la versione di Bitcoin Cash aveva tutte le caratteristiche che hanno reso popolare Bitcoin, ma anche se l’altra versione non aveva quelle caratteristiche, ha ottenuto il nome Bitcoin e l’infrastruttura per accompagnarlo. Bitcoin Cash ha ricostruito tutta quell’infrastruttura e il riconoscimento del suo marchio fondamentalmente da zero”.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro