Deputata USA presenta un nuovo disegno di legge per vietare le stablecoin illegali

Scritto da: Jinia Shawdagor
Dicembre 4, 2020
  • Secondo la deputata Tlaib, lo STABLE Act mira a proteggere gli americani dai rischi legati alle criptovalute.
  • Lo STABLE Act impone agli emittenti di stablecoin di richiedere l'approvazione di più autorità statunitensi.
  • Secondo Jeremy Allaire, far rispettare il disegno di legge sarebbe un passo indietro negli Stati Uniti.

Rachida Tlaib, rappresentante della Camera del Michigan, insieme ai membri del Congresso Jesus Garcia e Stephen Lynch, ha presentato un nuovo disegno di legge al Congresso per vietare l’uso di stablecoin illegali. Un comunicato stampa ha svelato questa notizia il 2 dicembre, sottolineando che questo disegno di legge mira a migliorare la protezione dei cittadini statunitensi contro i rischi in rapida crescita associati al mercato delle criptovalute negli Stati Uniti. Secondo quanto riferito, il disegno di legge è chiamato Stablecoin Tethering and Bank Licensing Enforcement (STABLE). Se il Congresso approvasse questo disegno di legge, le aziende che forniscono servizi relativi a stablecoin dovranno ricevere l’approvazione di più autorità, altrimenti le loro operazioni sarebbero considerate illegali.

Spiegando perché ha deciso di introdurre lo STABLE Act, la deputata Tlaib ha dichiarato:

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Le comunità della classe operaia come la mia a Chicago devono già affrontare enormi barriere all’accesso ai servizi finanziari e al credito. La deregolamentazione del nostro sistema finanziario da parte dell’amministrazione Trump ha aperto la porta alle aziende tecnologiche per consolidare il loro potere depredando i neri con prodotti che promettono inclusione ma minano solo il nostro sistema bancario”.

Secondo lei, lo STABLE Act aiuterebbe a promuovere l’innovazione e proteggere gli americani dalle nuove tecnologie e strumenti finanziari che cercano di depredarli.

Un modo nuovo innovativo per spendere soldi

Secondo il membro del Congresso Lynch, le stablecoin offrono ai consumatori un modo nuovo e innovativo di spendere i propri soldi. Ha aggiunto che la tecnologia può aiutare a rendere le transazioni finanziarie più efficienti e aumentare l’inclusione finanziaria. Tuttavia, il rappresentante ritiene che l’adozione di nuove tecnologie comporti dei rischi. Lynch ha continuato a lodare Tlaib per aver riconosciuto e affrontato la necessità di una protezione efficiente dei consumatori.

Lynch ha inoltre affermato che attraverso lo STABLE Act, il rappresentante Tlaib contribuirà a garantire che i regolatori statunitensi dispongano di strumenti adeguati per proteggere i consumatori dai cattivi attori. Ha aggiunto che non sarebbe saggio esternalizzare l’emissione di valuta americana a soggetti privati, sottolineando che lo STABLE Act garantirebbe alle autorità di regolamentazione statunitensi la supervisione efficace della tecnologia stablecoin.

Un consiglio: cerchi un'app per investire oculatamente? Fai trading in tutta sicurezza iscrivendoti alla nostra preferita, eToro: visita e crea un account

Forte resistenza da parte della comunità crypto

Mentre i rappresentanti ritengono che l’attuazione dello STABLE Act sarebbe una pietra miliare significativa verso la protezione dei consumatori, la comunità crypto statunitense è contraria. Secondo il chief strategy officer di CoinShare, Meltem Demirors, le criptovalute abbassano i costi di servizio delle popolazioni che sono state a lungo escluse dal settore bancario. Ha aggiunto che passare il disegno di legge in legge aumenterebbe i costi e gli obblighi di conformità, costringendo le aziende a tagliare i gruppi che la deputata cerca di proteggere.

Anche il co-fondatore e CEO di Circle, Jeremy Allaire, si è rivolto a Twitter per condividere i suoi sentimenti in merito. Ha affermato che la legge rappresenterebbe una mossa retrograda per l’innovazione della valuta digitale negli Stati Uniti perché limiterebbe il progresso accelerato sia del settore blockchain che di quello della FinTech.

Oltre alla comunità crypto, il rappresentante del Wyoming, Tyler Lindholm, ha anche criticato il disegno di legge dicendo:

“Centralizzazione del potere per un mondo decentralizzato. No grazie. Questo settore ha avuto anni luce più di successo nel portare la libertà finanziaria ai non bancari e ciò è avvenuto senza clientelismo come suggerito in questo disegno di legge”.