Gnosis Safe rivela di detenere il 2,5% della fornitura totale di ETH

Scritto da: Jinia Shawdagor
Gennaio 17, 2021
  • L'azienda ha ricevuto una transazione da 1,5 milioni di ETH il 14 gennaio per raggiungere questo traguardo.
  • Con il 2,5% dell'offerta di ETH, Gnosis Safe è ora il terzo più grande custode di ETH.
  • L'azienda è relativamente nuova nel settore custody con solo un mese di esperienza.

Gnosis Safe, un wallet Ethereum basato su smart contract, ora detiene il 2-2,5% dell’intera offerta di Ethereum (ETH). Il progetto, orgoglioso di essere la piattaforma più affidabile per archiviare asset digitali su Ethereum, ha svelato questa notizia in due tweet. Il primo è stato postato il 13 gennaio, quando l’azienda ha rivelato di detenere l’1% dell’offerta totale di ETH.

Circa 20 ore dopo, l’azienda ha pubblicato un altro tweet dicendo:

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Ora è il 2-2,5% dell’offerta di ETH, dato che altri 1,5 milioni di ETH sono approdati oggi su Gnosis Safe!

Secondo quanto riferito, l’azienda ha raggiunto questa impresa dopo aver ricevuto una singola transazione di 600.000 ETH il 13 gennaio, seguita dalla transazione da 1,5 milioni di ETH il 14 gennaio. Mentre i servizi di custody di Gnosis si rivolgono a grandi detentori di criptovalute come fondi di investimento e crypto exchange, rimane un mistero chi ha effettuato le transazioni.

Crescita significativa in un mese

Dopo aver superato questo traguardo, Gnosis Safe ora detiene più di 2,5 milioni di ETH. Al momento, l’attuale offerta totale di ETH è 114.257.927 ed ETH è quotato a £871,4, il che significa che Gnosis Safe detiene ETH per un valore di circa £2,178 miliardi. Questo sviluppo ha portato Gnosis Safe a diventare il terzo più grande custode di Ethereum dopo Ethereum stesso e Binance, il più grande crypto exchange del mondo.

Il protocollo Gnosis ha dato vita a uno exchange completamente decentralizzato, cercando di massimizzare la liquidità e facilitare la creazione di nuovi meccanismi di mercato per la DeFi. Dal suo lancio nel 2017, diversi progetti DeFi hanno sfruttato la cassaforte di archiviazione multi-sig di Gnosis. Con l’aumento dell’uso dei suoi servizi, l’azienda ha deciso di buttarsi nel settore custody un mese fa, promettendo di migliorare le strutture utilizzate per archiviare le criptovalute.

Un consiglio: cerchi un'app per investire oculatamente? Fai trading in tutta sicurezza iscrivendoti alla nostra preferita, eToro: visita e crea un account