Mitsubishi collabora con Tokyo Tech per sviluppare la tecnologia blockchain

Scritto da: Ali Raza
Gennaio 19, 2021
  • La partnership mira a garantire un uso più efficiente dell'elettricità in eccesso da fonti rinnovabili.
  • Entrambe le società hanno annunciato che il progetto energetico basato su blockchain sarà commercializzato.
  • Mitsubishi progetterà il sistema di scambio P2P mentre Tokyo Tech si occuperà della ricerca e sviluppo della tecnologia.

Il Tokyo Institute of Technology (Tokyo Tech) e il conglomerato giapponese Mitsubishi Corporation hanno annunciato una partnership per sviluppare la tecnologia blockchain che ottimizzi il commercio energetico peer-to-peer (P2P).

Secondo l’annuncio, la tecnologia contribuirà a un uso più efficiente dell’elettricità in eccesso attraverso una fonte rinnovabile. Creerà un ambiente commerciale che promuove la gestione dell’elettricità in un dato momento.

La commercializzazione potrebbe iniziare dopo aprile

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

A partire da aprile, il colosso elettronico insieme al suo partner valuterà e testerà le prestazioni del nuovo sistema blockchain prima di lanciarlo sul mercato.

I sistemi di scambio di energia peer-to-peer consentono sia ai produttori che ai consumatori di impegnarsi nel commercio diretto come venditori e acquirenti. Tokyo Tech e Mitsubishi Electric vogliono personalizzare la loro blockchain per rendere il nuovo sistema meno dipendente da calcoli ad alto volume e utilizzo intensivo di hardware.

La partnership ha dato al gigante elettronico l’iniziativa di progettare il sistema di scambio di energia P2P e le sue funzioni di completamento delle transazioni. D’altra parte, Tokyo Tech è responsabile della progettazione di un algoritmo di clearing ottimale e della gestione della ricerca e sviluppo della tecnologia blockchain.

Fornire la quantità massima di energia elettrica in eccesso

Il nuovo algoritmo di ottimizzazione distribuita consentirà al computer dei clienti di condividere gli obiettivi di trading abbinando gli ordini di acquisto e vendita attraverso calcoli minimi.

Tokyo Tech e Mitsubishi vogliono garantire che la quantità massima di elettricità in eccesso sia prontamente disponibile per il commercio nel mercato.

Quando diventerà possibile utilizzare una soluzione peer-to-peer per questo scopo, le società elettriche al dettaglio non terranno più il mercato a chiedere un riscatto quando rispondono alle fluttuazioni del mercato.

Questa non è la prima piattaforma energetica digitale basata su blockchain, alcune sono operative da tempo. Ad esempio, Power Ledger, un’azienda australiana, fornisce una soluzione energetica basata su blockchain, che include centrali elettriche virtuali e scambio di energia peer-to-peer. Offre inoltre il commercio di certificati di energia rinnovabile e crediti di carbonio. Sia Tokyo Tech che Mitsubishi hanno dichiarato che intendono commercializzare il progetto dopo che sarà stato adeguatamente testato.