Importanti case automobilistiche collaborano per lo standard d’identità dei veicoli sulla blockchain

By: Jinia Shawdagor
Jinia Shawdagor
Jinia è un'appassionata di criptovalute e blockchain con sede in Svezia. Ama tutto ciò che è positivo, viaggiare ed… read more.
on Gen 21, 2021
  • Attraverso questa versione, MOBI cerca di tracciare e proteggere efficacemente le identità dei veicoli.
  • Secondo il gruppo di lavoro standard VID II, la blockchain aiuterà a deframmentare i registri dei veicoli.
  • L'obiettivo è che il VID II utilizzerà la blockchain per offrire registri di veicoli immutabili.

La Mobility Open Blockchain Initiative (MOBI), un’organizzazione senza scopo di lucro che comprende importanti case automobilistiche, ha lanciato il secondo aggiornamento del suo standard di identità del veicolo (VID) sulla blockchain. Un comunicato stampa ha svelato questa notizia il 19 gennaio, osservando che questo comunicato cerca di eliminare pratiche come il ripristino dei contachilometri e la vendita di veicoli danneggiati da alluvioni. In tal modo, l’organizzazione cerca di tracciare e proteggere la vera identità dei veicoli sfruttando la tecnologia blockchain.

Secondo il comunicato stampa, lo standard VID II cerca di utilizzare lo standard VID I (una sorta di certificato di nascita del veicolo) per delineare l’applicazione del VID in una varietà di casi d’uso nella vita reale. Questi vanno dalle supply chain, al finanziamento automobilistico e alla ricarica dei veicoli elettrici fino allo scambio autonomo di dati sui veicoli. Tuttavia, il gruppo di lavoro sul VID II è attualmente concentrato sulla registrazione dei veicoli e sulla tracciabilità della manutenzione.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Il gruppo di lavoro ritiene che sfruttare la tecnologia blockchain aiuterà a deframmentare i sistemi di immatricolazione dei veicoli da più Paesi e ad alimentare i dati in un registro sicuro, condiviso e affidabile. Secondo il gruppo di lavoro, la blockchain aiuterà anche a migliorare la tracciabilità della manutenzione, fornendo a potenziali acquirenti, regolatori e assicuratori una cronologia del veicolo immutabile, riducendo così al minimo l’asimmetria delle informazioni sul veicolo.

Creazione di soluzioni senza soluzione di continuità per trasformare l’ecosistema della mobilità

Secondo la pubblicazione, i leader della mobilità globale, le start-up e le grandi aziende tecnologiche hanno creato lo standard VID II, sperando di promuovere ecosistemi di mobilità interoperabili e multi-stakeholder. Il gruppo di lavoro MOBI VID II è co-presieduto da BMW e Ford. Ha anche il supporto di più aziende, tra cui Accenture, AWS, Bosch, Car IQ, DENSO, DMX e IBM, tra gli altri.

Commentando l’importanza dello standard VID II, il responsabile delle tecnologie emergenti di BMW, Andre Luckow, ha dichiarato:

“In BMW ci sforziamo di creare soluzioni digitali senza soluzione di continuità. L’architettura di riferimento nello standard VID II è un elemento fondamentale nella trasformazione in un ecosistema di mobilità affidabile e senza attriti”.

Il co-fondatore e COO di MOBI, Tram Vo, ritiene che la creazione di un sistema di identità digitale sicuro dei veicoli pone le basi per una rete completamente automatica per servizi di trasporto in base all’uso. Vo ha aggiunto che MOBI si aspetta che la rete VID II offra un trasferimento di valore senza attriti nella nuova economia del movimento. Inoltre, MOBI si aspetta che la rete crei nuove opportunità per monetizzare automobili, servizi, provenienza dei dati e agenti economici autonomi.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro