Perché Smith della Blockchain Association non si aspetta un ETF Bitcoin a breve?

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Ago 3, 2021
  • La SEC USA deve ancora annunciare la sua decisione sulla domanda di WisdomTree per un ETF Bitcoin.
  • Il presidente della SEC dovrebbe proporre come regolamentare le criptovalute nel suo discorso di oggi.
  • Smith afferma che è improbabile che Gensler approvi un ETF bitcoin se non dopo il nuovo regime normativo.

La U.S. Securities and Exchange Commission (SEC) deve ancora annunciare la sua decisione riguardo alla domanda di WisdomTree per un ETF di bitcoin, dopo molti tentativi falliti da diversi investitori in passato. Mentre alcuni sono ancora convinti che WisdomTree potrebbe lanciare il primo ETF di bitcoin del Paese, Kristin Smith della Blockchain Association ha un’opinione diversa.

Le osservazioni di Kristin Smith a “Squawk Box” della CNBC

Smith non si aspetta un ETF bitcoin a breve. Durante “Squawk Box” della CNBC, ha dichiarato:

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Il presidente della SEC Gary Gensler è indicato per presentare il suo piano per regolamentare le criptovalute nel suo discorso di oggi. Penso che sia molto appassionato della protezione dei consumatori e voglia vedere una regolamentazione più solida del mercato spot sottostante per le criptovalute. Non immagino che approverà un ETF finché non vedremo in atto un regime normativo”.

Ecco cosa pensa davvero Gensler della SEC delle criptovalute.

Blockchain Association ha obiettivi simili a quelli della SEC degli USA

Smith è fiducioso che sia possibile prendere pezzi e pezzi dalle leggi sui titoli e sulle materie prime per elaborare un regime normativo che non comprometta la premessa delle criptovalute. Durante la sua intervista, ha evidenziato che anche la Blockchain Association ha obiettivi simili a quelli di Gensler.

“Vogliamo certezza giuridica, vogliamo mercati forti e pieni di integrità, vogliamo che i consumatori e gli investitori siano protetti. Stiamo lavorando duramente con il presidente e i nostri membri perché crediamo che se avremo effettivamente il giusto tipo di regolamentazione, sarà la cosa migliore per il mercato statunitense a lungo termine”, ha aggiunto.

Smith ha riconosciuto che il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha preoccupazioni relative al riciclaggio di denaro quando si tratta di applicazioni più ampie delle criptovalute, e la SEC cerca la piena divulgazione delle informazioni agli investitori, ma ha espresso fiducia evidenziando: “troveremo una soluzione che soddisfi la legge requisiti di applicazione senza soffocare la tecnologia”.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro