Crypto wallet legati a transazioni sospette bloccati dalle banche russe

By: Ali Raza
Ali Raza
Ali svolge un ruolo chiave nel team di notizie sulle criptovalute. Ama viaggiare nel tempo libero e gli piace… read more.
on Set 17, 2021
  • La banca centrale russa ha deciso di reprimere l'uso sospetto di criptovalute nel Paese.
  • Ha fornito alle banche commerciali una serie di criteri, chiedendo loro di monitorare i conti.
  • L'obiettivo è cercare di porre fine all'uso illecito di criptovalute, come il riciclaggio di denaro.

Nonostante il fatto che la Russia non sia mai stata eccessivamente amichevole nei confronti delle criptovalute, il Paese risente ancora degli effetti negativi dell’industria di queste monete digitali, come riciclaggio di denaro, transazioni sospette, frodi e truffe e simili.

Al fine di combattere questi problemi in modo più efficiente, la Banca di Russia, la banca centrale del Paese, ha recentemente richiesto a tutte le banche commerciali nazionali di bloccare qualsiasi crypto wallet o account sospetto.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

La banca ritiene che questa sia la mossa giusta da fare per proteggere l’economia nazionale dai malintenzionati che usano l’industria delle criptovalute a proprio vantaggio, danneggiando il Paese. Si consiglia pertanto a tutte le banche commerciali in Russia di identificare e bloccare eventuali wallet, carte o conti collegati a transazioni sospette, attività fraudolente e simili.

La CBR ha persino emesso una serie di criteri da seguire per le banche commerciali al fine di identificare più facilmente i cattivi attori ed evitare il più possibile danni a individui e imprese innocenti.

Detto questo, la banca centrale ha avvertito altre banche che aziende losche potrebbero nascondersi ovunque, anche tra i crypto exchange quotati, che a prima vista potrebbero sembrare legittimi. Ci sono anche trader di forex illegali, piramidi finanziarie e altri che dovrebbero essere tenuti d’occhio.

Tuttavia, la banca sembra concentrarsi principalmente sulle transazioni tra privati, poiché sono stati registrati casi di persone che utilizzano nomi falsi per evitare di essere scoperti. Si consiglia alle banche di analizzare e identificare le transazioni sospette, interrompere i servizi alle persone coinvolte e aiutare a condurre le procedure AML in ogni modo possibile.

Quali attività cercheranno le banche?

Alcune delle attività a cui le banche sono state avvisate di fare attenzione includono un gran numero di depositi e prelievi di contanti in un giorno (30 o più), un gran numero di destinatari o pagatori (più di 10/giorno o 50/mese), transazioni frequenti che trasportano almeno 100.000 rubli al giorno o 1 milione di rubli al mese, nonché depositi e prelievi nell’intervallo di un minuto.

La banca ha anche affermato che anche i conti che non vengono utilizzati per pagare bollette, beni o servizi saranno considerati sospetti. Lo stesso vale per i conti in cui il saldo medio residuo alla fine della giornata non è superiore al 10% del volume medio delle transazioni nella stessa settimana.

Le transazioni che soddisfano due o più dei criteri menzionati saranno attentamente monitorate per determinare per quale tipo di attività sono effettivamente utilizzate.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro