Crypto Volatility Index annuncia l’integrazione di Chainlink Keepers

By: Charles Thuo
on Ott 7, 2021
  • CVI ha anche integrato Chainlink Price Feeds per i calcoli dell'indice di volatilità CVI.
  • Chainlink è uno standard per la creazione, l'accesso e la vendita di servizi Oracle per smart contract ibridi.
  • Il Crypto Volatility Index è stato creato dal team COTI e dal Prof. Dan Galai, il creatore del VIX originale.

Attraverso un comunicato stampa del 27 ottobre, Crypto Volatility Index (CVI) ha annunciato di aver integrato Chainlink Keepers per automatizzare la riorganizzazione dell’offerta di token ancorati ai suoi indici di volatilità.

Secondo l’annuncio, i Chainlink Keepers aiuteranno in modo specifico nell’automazione del processo di riapprovvigionamento dei token CVI Volatility. Il rebase sarà impostato per avvenire automaticamente ogni giorno a mezzanotte. Ciò eliminerà la necessità di input manuale per mantenere costantemente lo staking.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

La scelta per Chainlink Keepers è stata informata dal fatto che è gestito dallo stesso team dietro i Chainlink Price Feeds, che ha aiutato molte applicazioni blockchain a proteggere decine di miliardi di dollari.

Il comunicato stampa recitava:

“Abbiamo deciso di integrare Chainlink Keepers perché è una rete decentralizzata gestita dagli stessi team DevOps collaudati e professionali che alimentano Chainlink Price Feeds, che aiutano a proteggere decine di miliardi di dollari di valore per centinaia di applicazioni su numerose blockchain. I Chainlink Keepers sono ottimizzati per costi ridotti e sicurezza decentralizzata per evitare singoli punti di errore, rendendolo una soluzione ideale per ridurre al minimo la fiducia per mantenere i token Volatility riflettenti dell’attuale volatilità del mercato.

La mossa renderà CVI completamente automatizzato

Il CVI, creato dal team COTI, mira a creare un “indice di paura del mercato” per il mercato crypto.

Oltre ad essere supportato da un’ampia ricerca, il CVI è anche supportato da esperti del settore nei mercati finanziari come il creatore originale di VIX.

È progettato per determinare la speculazione della futura volatilità del mercato nei prossimi 30 giorni. Lo fa calcolando un indice di volatilità decentralizzato utilizzando diversi input come i prezzi delle opzioni crypto.

Il team spiega nel comunicato stampa che:

“Viene creato calcolando un indice di volatilità decentralizzato utilizzando i prezzi delle opzioni di criptovaluta, utilizzando il popolare modello di prezzo delle opzioni Black-Scholes adattandolo alle attuali condizioni del mercato delle criptovalute”.

Primo caso d’uso di CVI

Il team ha anche rivelato di aver già lanciato il primo token di volatilità CVI chiamato ETHVOL.

ETHVOL è un token di volatilità ancorato all’indice di volatilità Ethereum che consente agli investitori di investire anche nella volatilità delle criptovalute oltre a quelle effettive.

Quindi, secondo il meccanismo di rebase automatico, ogni volta che si verifica un rebase, gli utenti di ETHVOL “riceveranno più o meno token ETHVOL direttamente nei loro wallet in base alla variazione dell’indice di volatilità di Ethereum”. Il team ha anche annunciato che il prossimo token di volatilità da lanciare sarà CVIVOL, che sarà ancorato all’indice di volatilità di CVI. Il CVIVOL dovrebbe essere scambiato su qualsiasi exchange decentralizzato (DEX) supportato su Polygon.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro