Il creatore del disegno di legge crypto in India crede ci siano molte interpretazioni errate

By: Jinia Shawdagor
Jinia Shawdagor
Jinia è un'appassionata di criptovalute e blockchain con sede in Svezia. Ama tutto ciò che è positivo, viaggiare ed… leggi di piú.
on Nov 30, 2021
  • Secondo Subhash Garg, è fuorviante affermare che il governo indiano intende vietare le criptovalute.
  • Garg afferma che la bozza iniziale mirava a prevenire l'uso di crypto come valuta in India.
  • Crede che l'emissione di una CBDC in India sarà difficile perché non tutti hanno uno smartphone.

Subhash Garg, ex segretario alle finanze dell’India e creatore della legge sulle criptovalute nazionale, sostiene che la convinzione che il governo vieterà le criptovalute private è un’interpretazione errata della proposta. Garg crede che le crypto e la blockchain abbiano un enorme potenziale. Secondo lui, la descrizione del disegno di legge è stata forse un errore, visto che è fuorviante dire che l’India intende vietare le criptovalute.

Garg ha condiviso queste spiegazioni durante un’intervista, aggiungendo che la presentazione del disegno di legge crypto non arriverà presto. Ha affermato che il governo non ha ancora formulato il disegno di legge e che l’approccio migliore per crearlo sarebbe coinvolgere le parti interessate e gli investitori nel settore delle criptovalute.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

L’ex segretario delle finanze ha inoltre osservato che il governo non ha ancora preso in considerazione il disegno di legge. In quanto tale, ha messo in dubbio che il governo lo introdurrà. Garg, tuttavia, ha confermato che la sessione invernale durerà dalle quattro alle cinque settimane e che il governo potrebbe compiere progressi significativi sul disegno di legge.

Mentre l’unica opzione è aspettare e vedere se il conto emergerà, Garg è rimasto fiducioso, dicendo:

Spero che non sia una grande sorpresa perché finora quello che abbiamo sentito è che il governo probabilmente si sta occupando solo dell’aspetto valutario.

La bozza originale del disegno di legge cercava di impedire l’uso di criptovalute come valute

Secondo Garg, la bozza del disegno di legge cripto del 2019 ha cercato di impedire ai privati di emettere valute. Essendo l’India una nazione sovrana, il controllo valutario rientra nella Reserve Bank of India (RBI). Garg ha aggiunto che consentire a entità private di emettere valute nel Paese avrebbe generato molti problemi.

Tuttavia, ha riconosciuto che l’industria crypto si è trasformata in qualcosa di più di un sistema valutario. A tal fine, Garg ha suggerito al governo di considerare l’evoluzione del settore delle criptovalute durante la progettazione del disegno di legge. In tal modo, crede che il governo eviterebbe un grosso errore, che comporta la classificazione di oltre 8.000 criptovalute come valute.

Commentando la mossa dell’India di lanciare una valuta digitale della banca centrale (CBDC), Garg ha affermato:

È molto più complesso di quanto possa sembrare. Tutti in India non hanno uno smartphone. Come si può creare un wallet digitale per coloro che utilizzano telefono datato? Molti problemi devono essere risolti e discussi prima di introdurre la valuta digitale della banca centrale RBI.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money