Ad

I funzionari nigeriani hanno cercato un accordo segreto sulle criptovalute, afferma il CEO di Binance

Di:
su May 7, 2024
Listen
  • Il CEO di Binance Richard Teng sostiene che persone senza nome hanno proposto un "accordo segreto sulle criptovalute" con funzionari nigeriani.
  • Teng afferma che il funzionario detenuto di Binance Tigran Gambryan è innocente.
  • La Nigeria continua a detenere la nazionale statunitense nel mezzo del conflitto normativo con Binance.

Segui Invezz su TelegramTwitter e Google Notizie per restare aggiornato >

Il CEO di Binance Richard Teng afferma che i funzionari nigeriani si sono rivolti al team dell’exchange e hanno offerto una proposta segreta di accordo sulle criptovalute.

Stai cercando segnali e avvisi da parte di trader professionisti? Iscriviti a Invezz Signals™ GRATIS. Richiede 2 minuti.

Teng ha condiviso i dettagli di questo sviluppo scioccante in un post sul blog che evidenzia i problemi legali in corso attorno al funzionario di Binance Tigran Gambaryan. I commenti del capo di Binance arrivano mentre le notizie dalla Nigeria dicono che il governo sta pianificando di bandire la naira da tutte le piattaforme peer-to-peer (P2P) nel paese.

Il CEO di Binance sul panorama crittografico della Nigeria

Copy link to section

Il 7 maggio, Richard Teng, che ha sostituito l’ex CEO di Binance Changpeng Zhao, ha scritto sul motivo per cui Tigran Gambaryan è innocente e dovrebbe essere rilasciato. Il cittadino statunitense è a capo del team di conformità di Binance ed è detenuto in Nigeria da febbraio.

Ma prima della svolta degli eventi che ha portato all’arresto dell’ex funzionario dell’IRS, c’era stata un’altra saga: i funzionari nigeriani avrebbero tentato di ottenere un accordo segreto da una delegazione di Binance.

Teng afferma che l’incidente è avvenuto all’inizio di quest’anno e ha comportato una richiesta di risarcimento pagato in criptovaluta.

Secondo il CEO di Binance, gli eventi inquietanti che si sono verificati in Nigeria e che hanno coinvolto i funzionari dell’exchange sono iniziati nel maggio 2022. Questo è quando la Securities and Exchange Commission (SEC) della Nigeria ha pubblicato i suoi regolamenti sulle criptovalute, portando il settore sotto la sua competenza normativa.

Tuttavia, in assenza di regole e linee guida chiare, nessun fornitore di servizi di asset virtuali ha ricevuto licenze ai sensi delle nuove normative.

Teng critica il “precedente pericoloso”

Copy link to section

L’8 gennaio di quest’anno, Gambaryan e altri dipendenti di Binance hanno incontrato i membri dell’House Committee on Financial Crimes (HCFC).

Sebbene l’incontro inizialmente mirasse a portare Binance e i regolatori verso la chiarezza normativa, non è riuscito a raggiungere questo obiettivo e i legislatori hanno minacciato di arrestare i funzionari di Binance, incluso l’allora nuovo CEO Teng.

È stato dopo questi sviluppi che Teng sostiene che alcuni individui abbiano contattato i suoi rappresentanti con la proposta di transazione.

La richiesta era che se Binance avesse pagato entro 48 ore, le parti interessate avrebbero “risolto questi problemi”. Le accuse includono riciclaggio di denaro ed evasione fiscale.

Secondo quanto riferito, Binance ha rifiutato la proposta e un team “sempre più preoccupato” ha lasciato immediatamente la Nigeria.

A febbraio, Tigran e Nadeem Anjarwalla (capo di Binance Africa) si sono recati in Nigeria e sono stati arrestati.

Commentando la detenzione di Gambaryan, Teng afferma che essa costituisce “un nuovo pericoloso precedente per tutte le aziende del mondo”.

Nel frattempo, tra i problemi normativi e la detenzione dei suoi funzionari, Binance ha rimosso la naira dalla sua piattaforma P2P nel paese. L’exchange ha anche rivelato le richieste delle autorità che chiedono a Binance di consegnare dati personali e altri dettagli di tutti gli utenti in Nigeria.

Questo articolo è stato tradotto dall'inglese con l'aiuto di strumenti AI, e successivamente revisionato da un traduttore locale.

Binance Nigeria Crypto Regolamentazione crypto