Bed Bath & Beyond perde il 19% in borsa a seguito degli scarsi risultati trimestrali

Scritto da: Michael Harris
Marzo 11, 2020
  • Giovedì, Bed Bath & Beyond perde il 19% nel mercato azionario dopo la scarsa performance trimestrale di mercoledì.
  • Bed Bath & Beyond aveva annunciato l'intenzione di chiudere 60 dei suoi negozi nel 2019.
  • Bed Bath & Beyond possiede altre due catene americane: Christmas Tree Shops e Buy Buy Baby.
  • Bed Bath & Beyond deve adeguare il suo catalogo per competere bene contro i rivali.
  • Bed Bath & Beyond ha registrato una performance negativa sul mercato azionario nel 2019.

Giovedì, i prezzi delle azioni di Bed Bath & Beyond sono scesi del 19% dopo che mercoledì il CEO ha annunciato risultati insoddisfacenti che hanno visto l’azienda ridurre le sue prospettive per l’anno fiscale 2019 dopo la chiusura delle contrattazioni.

Il CEO ha anche annunciato che i piani strategici annuali della società verranno comunicati agli investitori nei prossimi mesi, lasciando loro poche informazioni in questa fase. Mercoledì, Bed Bath & Beyond ha inoltre reso noti i risultati del terzo trimestre. Avendo mancato la stima degli analisti per quanto riguarda i guadagni e il fatturato, la società ha accusato il tardivo Ringraziamento del 2019 per la scarsa performance, in quanto ha sottratto una settimana di vendite natalizie alla catena americana di negozi al dettaglio.

Bed Bath & Beyond ha annunciato la chiusura di 60 negozi nel 2019

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Altre due catene americane, Christmas Tree Shops e Buy Buy Baby sono anche filiali di Bed Bath & Beyond. L’azienda aveva annunciato in precedenza il progetto di chiudere 60 dei suoi punti vendita nel 2019, tra cui 40 della stessa Bed Bath & Beyond. A seguito dei risultati della performance, tuttavia, il CEO ha annunciato che al momento 20 dei suoi negozi rimarranno operativi e forse verranno chiusi in un secondo momento.

A seguito della relazione sugli utili, il CEO Mark Tritton ha commentato i risultati della performance e li ha definiti “insoddisfacenti”. Ha inoltre affermato che l’azienda mira a creare un modello di business sostenibile volto a garantire una crescita redditizia a lungo termine.

Bed Bath & Beyond deve modificare il suo catalogo per competere con gli altri grandi rivenditori

Un altro fattore che ha contribuitoalla scarsa performance trimestrale di Bed Bath & Beyond include i suoi concorrenti più grandi come Walmart, Amazon e Target, che offrono una spedizione più veloce e piattaforme di e-commerce più stabili. Poiché tali colossi del commercio al dettaglio offrono un’ampia gamma di prodotti identici a quelli di Bed Bath & Beyond, l’azienda deve apportare notevoli modifiche al suo catalogo se vuole sfidare la concorrenza.

Nel 2019, Bed Bath & Beyond non è riuscito a registrare un miglioramento degno di nota in borsa. Mentre il prezzo delle azioni era intorno ai 15,23$ nel gennaio 2019, il titolo ha chiuso l’anno con un valore solo marginalmente più alto, pari a 17,30$. Prima di allora, il titolo era sceso a soli 7,40$ in agosto. La società da 1,85 miliardi di dollari sta attualmente negoziando a 14,56$. Il massimo record per Bed Bath & Beyond è stato di circa 80$, valore raggiunto nel 2013.