Chainlink (LINK) tenta di nuovo di superare i 13$

By: Ali Raza
Ali Raza
Ali svolge un ruolo chiave nel team di notizie sulle criptovalute. Ama viaggiare nel tempo libero e gli piace… read more.
on Nov 9, 2020
  • Chainlink ha trascorso gli ultimi mesi cercando di violare una serie di resistenze durante la sua ascesa.
  • La moneta ha avuto molto successo, ma la resistenza a 13$ si è rivelata la sua barriera più grande.
  • Durante il fine settimana, LINK è quasi riuscito a romperla e si sta preparando per un altro tentativo.

Chainlink (LINK) ha avuto un 2020 piuttosto turbolento. Negli ultimi 11 mesi, il progetto è passato da 1,8$ a 18$, per poi scendere a 8,20$ e salire di nuovo a 13$. Negli ultimi giorni è riuscita a violare una resistenza a 11,50$ e persino a superare i 13$, anche se una rapida correzione l’ha riportata al di sotto di questo livello.

Tuttavia, LINK rimane piuttosto forte e sembra che si stia preparando per un altro tentativo di violare questa prossima resistenza.

LINK nel 2020

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

A gennaio 2020, il prezzo LINK era piuttosto basso, come accennato. Stava a quello che era considerato il suo fondo, a 1,80$. La moneta ha iniziato a crescere insieme al resto del mercato durante l’impennata di febbraio, per poi tornare a 1,8$ a metà marzo, quando i timori del COVID-19 hanno preso il sopravvento.

Dopo questo calo, LINK ha visto mesi di lenta ripresa, che lo ha portato gradualmente a 4,80$, il livello che aveva raggiunto il 14 febbraio, proprio quando aveva raggiunto il suo picco di inizio anno.

La seconda volta che LINK ha superato questo picco è stata alla fine di giugno, ma invece di crollare nuovamente, la moneta è salita. Ha rotto un livello dopo l’altro con solo lievi battute d’arresto, raggiungendo infine il suo massimo storico a 19,15$.

Tuttavia, la resistenza a 19$ alla fine è riuscita a spingerla di nuovo verso il basso e la moneta è scesa a 14$. Ha tentato di risalire ancora una volta, anche se non ha mai più raggiunto il suo massimo storico, e ogni tentativo ha causato un rifiuto più forte delle resistenze inferiori, spingendola infine a soli 8$.

Questo nuovo minimo ha consentito a LINK di stabilizzarsi e avviare un’altra ondata di piccoli aumenti, la maggior parte dei quali sono stati bloccati da una resistenza a 11,50$. Tuttavia, è finalmente riuscita a rompere questo livello alla fine di ottobre, solo per bloccarsi alla resistenza di 13$ e subire un altro rifiuto, questa volta fino a 10$.

LINK ha tentato un’altra impennata durante questo fine settimana, riuscendo persino a violare 13$ e salire a 13,30$. Il prezzo è stato rifiutato ancora una volta ed è sceso a 11,50$, che ora ha iniziato a fungere da livello di supporto.

Ora, LINK sta mostrando segni di un’altra impennata e, al momento della scrittura, il prezzo della moneta è di 12,45$. Nei giorni a venire, è probabile che accadrà più o meno lo stesso, a meno che LINK non possa raccogliere abbastanza forza per superare 13$ e trasformare questa resistenza nel suo supporto più recente.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro