La Belarusbank statale lancia un servizio di crypto exchange

Scritto da: Ali Raza
Novembre 14, 2020
  • La Belarus Bank prevede di offrire servizi di crypto exchange sia ai cittadini bielorussi che a quelli russi.
  • La partnership con White Bird consentirà agli utenti di scambiare fondi crypto con pagamenti con carta Visa.
  • L'aumento dell'adozione della criptovaluta da parte del governo fa presagire la sua diffusione.

La BelarusBank di proprietà statale, la più grande banca della Bielorussia, ha recentemente annunciato i suoi piani per il lancio di un servizio di crypto exchange. Il servizio, una volta lanciato, consentirà ai clienti nel Paese e nella vicina Russia di acquistare e vendere criptovalute tramite carte di pagamento Visa.

Questo avviene mentre il Paese è in fermento politico. L’autoproclamato presidente Alexander Lukashenko è stato accusato di repressione e frode elettorale, e non riconosciuto dai Paesi occidentali come presidente.

Banca che collabora con un’azienda basata su criptovalute

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Secondo il rapporto, Belarusbank sta collaborando con la società di criptovaluta White Bird per rendere possibile il nuovo progetto. Una volta lanciato, i cittadini di entrambi i paesi possono scambiare criptovalute con le regole russe e bielorusse, oltre a euro e USD.

Sulla base del rapporto, la banca ha in programma di supportare più fiat e criptovalute ed espandere il servizio di crypto exchange anche ad altri Paesi.

Mentre Bitcoin e altre criptovalute si radunano in tutto il mercato, c’è una forte convinzione che i pacchetti di stimoli del governo in America e in Europa daranno origine a un mercato sano nel settore delle criptovalute. Pertanto, i paesi stanno seriamente pianificando di lanciare progetti e servizi basati su crypto per prendere parte a questo boom imminente.

Ora, Belarusbank sta introducendo nuovi servizi di crypto exchange per le nazioni della CSI, che possono aprire la strada per entrare nell’Unione europea.

Il maggiore coinvolgimento legale e governativo nel settore delle criptovalute alimenta la convinzione che il settore si stia finalmente diffondendo.

L’annuncio da parte della Belarusbank arriva un mese dopo che la banca statale russa Gazprombank, ha annunciato che la sua filiale svizzera lancerà servizi di cripto trading e custodia per alcuni clienti in Svizzera.

Testare le acque crypto o cercare di raccogliere fondi

L’annuncio da parte della Belarusbank ha suscitato reazioni contrastanti nella comunità crypto. Alcuni credono che la mossa sia in linea con la graduale accettazione delle criptovalute legali e statali che sta investendo il settore. Tuttavia, altri ritengono che il Cremlino tenti di raccogliere fondi attraverso la criptovaluta, avendo perso il sostegno di alcune frazioni del governo russo e della comunità internazionale.

E con la pandemia di Coronavirus che colpisce la struttura finanziaria del Paese, il secondo osservatore potrebbe avere ragione.

Nel frattempo, un consulente per gli investimenti crypto con sede a Mosca, Dmitriv Zaikov, la pensa diversamente. A suo avviso, il governo potrebbe testare le acque criptate per vedere come possono adattarsi. “Forse vogliono metterci un piede, per vedere cosa funziona e cosa no,” ha concluso.