Bank of Thailand e Giesecke+Devrient collaborano per creare un prototipo di CBDC

By: Jinia Shawdagor
Jinia Shawdagor
Jinia è un'appassionata di criptovalute e blockchain con sede in Svezia. Ama tutto ciò che è positivo, viaggiare ed… read more.
on Giu 2, 2021
Updated: Giu 3, 2021
  • Bank of Thailand ha stanziato $320.000 al finanziamento di questo progetto.
  • Questa partnership vedrà G+D utilizzare la sua soluzione Filia per aiutare la BoT a progettare una CBDC.
  • La BoT aveva collaborato con ConsenSys, Siam Cement Group e DV per creare una CBDC al dettaglio.

La Bank of Thailand (BoT) si è unita alla società tecnologica tedesca Giesecke+Devrient (G+D) per la creazione di una valuta digitale emessa dalla banca centrale (CBDC). Un rapporto ha rivelato questa notizia quest’oggi rilevando che la banca centrale ha stretto ufficialmente la collaborazione per i servizi di G+D dopo aver inviato alla società una lettera di invito. Secondo quanto riferito, la BoT ha stanziato $320.000 per questo progetto.

Secondo il rapporto, l’importo di cui sopra dovrebbe coprire le tasse, il trasporto e le tasse di registrazione, tra le altre spese. Attraverso questa mossa, la banca centrale si è avvicinata di poco alla sua missione di emettere una CBDC nei prossimi tre-cinque anni. Sebbene la BoT non abbia rivelato il motivo per cui ha collaborato con G+D per lo sviluppo della sua CBDC Proof-of-Concept (PoC), è probabilmente perché l’azienda è stata nello spazio di sviluppo CBDC già da tempo.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

La notizia arriva dopo che la BoT ha collaborato con ConsenSys, Siam Cement Group e la sua controllata Digital Ventures (DV) nel 2020 per lanciare una CBDC al dettaglio. Nell’aprile di quest’anno, l’assistente del governatore della BoT, Vachira Arromdee, ha annunciato che la banca aveva iniziato ad accettare il feedback pubblico sulla CBDC al dettaglio fino al 15 giugno.

Oltre fiat e CBDC

G+D sfrutta la sua soluzione Filia per semplificare il lancio di CBDC. Secondo la società, Filia offre agli utenti la privacy e soddisfa i requisiti di conformità richiesti dalla banca centrale. Di conseguenza, la soluzione prende due piccioni con la stessa fava, visto che offre la privacy delle criptovalute mentre aiuta le banche centrali a contrastare il riciclaggio di denaro sporco o l’evasione fiscale. Oltre a questo, Filia offre anche alle banche centrali la possibilità di scegliere tra l’utilizzo di un database centralizzato o la blockchain per le loro CBDC.

Sebbene G+D si sia fatta un nome nello spazio CBDC, la sua attività principale è assistere le banche centrali nella gestione delle banconote. Secondo quanto riferito, questa unità di business ha rappresentato il 45% del fatturato di 2,80 miliardi di dollari dell’azienda nell’ultimo anno. L’azienda punta anche sulla sicurezza mobile, sull’identità digitale e sulla sicurezza delle infrastrutture. In combinazione con l’esperienza nelle CBDC, queste caratteristiche attraggono facilmente le banche centrali a lavorare con l’azienda.

Mentre la Thailandia occupa il 25° posto, per quanto riguarda GBP, la sua ricerca CBDC è piuttosto significativa. Al momento, una serie di nazioni leader, inclusi gli Stati Uniti, non ha solidi piani per le loro rispettive CBDC. Oltre alla Thailandia, solo una manciata di altri Paesi al mondo stanno testando le proprie CBDC, con Cina e Svezia che hanno raggiunto traguardi significativi.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro