Report: il 90% delle banche centrali sviluppa la propria valuta digitale

By: Daniela Kirova
on Giu 16, 2021
  • Alcune delle valute digitali delle banche potrebbero essere lanciate entro i prossimi tre anni.
  • Portare stabilità: la Fed ha stampato il 40% di tutti i dollari in circolazione negli ultimi 18 mesi.
  • Le criptovalute tradizionali e le CBDC possono coesistere se l'interoperabilità è garantita.

Secondo un sondaggio della Bank for International Settlements condotto a gennaio, circa 9 banche centrali su 10 in tutto il mondo stanno sviluppando la propria valuta digitale. Alcune delle monete garantite dalla banca centrale potrebbero essere pronte entro tre anni.

Le monete non competeranno, ma piuttosto completeranno le loro controparti più tradizionali anche se la loro struttura non si discosterà dalle monete fiat dei rispettivi Paesi, ha dichiarato Meltem Demirors, chief strategy officer di CoinShares, durante il Reuters Global Markets Forum.

Il pagamento digitale è il metodo preferito?

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Le valute digitali della banca centrale o CBDC diventeranno probabilmente il metodo di pagamento digitale preferito secondo Vytautas Zabulis, amministratore delegato di H-Finance.

“Lo vedo come una pulizia di tutti quelli che non sono effettivamente necessari sul mercato”, ha indicato Zabulis.

Le nazioni con economie meno sviluppate possono utilizzare queste monete per risparmiare o pagare in modo più efficiente. Kevin Kelly, responsabile della strategia macro globale di Delphi Digital, ritiene che le CBDC semplifichino la trasmissione della politica fiscale, rendendo così i sistemi monetari convenzionali più ottimali e aiutando i mercati crypto avvicinando finanza decentralizzata (DeFi) e fiat.

Il valore potenziale delle CBDC

Ciò che rende Bitcoin così prezioso è la sua offerta limitata. In netto contrasto, la Federal Reserve continua a stampare e spendere denaro. Demirors ha anche detto a Reuters:

Negli ultimi 18 mesi, la Fed ha stampato il 40% di tutti i dollari in circolazione (il che significa che possiedi un valore soggetto alle politiche monetarie e fiscali del governo degli Stati Uniti.

La Reserve Bank of Australia e altre banche centrali stanno studiando lo sviluppo di forme di valuta digitale tokenizzate su una piattaforma in esecuzione su Ethereum.

Secondo Todd Cipperman di Cipperman Compliance Services, il governo degli Stati Uniti potrebbe benissimo creare le proprie monete e rifiutare tutte le altre. L’analista di Gainesville Coins Inc. Everett Millman ha dichiarato a Reuters che le criptovalute tradizionali e le CBDC possono coesistere finché esiste l’interoperabilità tra l’infrastruttura esistente dell’una e dell’altra.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro