Giudice autorizza Ripple a interrogare l’ex funzionario della SEC sul caso XRP

By: Ali Raza
Ali Raza
Ali svolge un ruolo chiave nel team di notizie sulle criptovalute. Ama viaggiare nel tempo libero e gli piace… read more.
on Lug 16, 2021
  • Un giudice della corte distrettuale USA ha permesso a Ripple di sentire l'ex funzionario SEC sul caso XRP.
  • La SEC inizialmente si è opposta alla richiesta di Ripple, ma il giudice ha annullato la domanda.
  • Ripple vuole utilizzare Ethereum di William Hinman per giustificare l'affermazione del token XRP.

La difesa di Ripple della causa in corso della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti contro l’exchange, ha fatto un piccolo passo avanti.

Sarah Netburn, giudice della corte distrettuale degli Stati Uniti, ha respinto la mozione della SEC di annullare la deposizione di William Hinman, ex direttore della divisione Corporate Finance della SEC.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Hinman ha dichiarato nel 2018 che l’offerta e la vendita di Ether non è una transazione di titoli, in base alla sua comprensione della struttura decentralizzata e della rete Ethereum (ETH/USD).

Tuttavia, Ripple ha indicato la sua deposizione a sostegno della sua affermazione secondo cui il token XRP/USD non è un titolo. Se la SEC non fa appello contro la decisione del tribunale, a Ripple potrebbe essere chiesto di interrogare Hinman sul suo giudizio su Ether. L’idea è di applicare lo stesso giudizio a XRP.

Ripple vuole giustificare XRP tramite la deposizione

Ripple ha sempre sostenuto che la SEC non ha alcuna base per prendere XRP come sicurezza poiché il token è un mezzo di scambio utilizzato sia per transazioni nazionali che internazionali.

La SEC inizialmente ha combattuto contro la testimonianza, sostenendo che l’interrogatorio di Ripple potrebbe costituire un esempio negativo in cui funzionari governativi di alto livello saranno soggetti a deposizioni riguardanti ogni politica, regolamento o legge. La SEC ha aggiunto che sarà costretta a invocare l'”Exemption 5″ (il privilegio del processo deliberativo) se Hinman viene deposto.

Il giudice respinge il precedente ricorso della SEC

L’organismo di vigilanza ha anche affermato di parlare attraverso azioni esecutive e di non basare le proprie azioni sul parere del proprio personale o dei singoli commissari. Di conseguenza, qualsiasi dichiarazione accreditata a Hinman è considerata “deliberativa”.

Tuttavia, il giudice Netburn ha dichiarato che il problema non è un “caso ordinario di applicazione della SEC” e la sua deposizione non fungerà da riferimento ad altri casi simili in futuro.

Ha aggiunto che il caso avrà bisogno di decisioni politiche vitali per concludersi e la sua conclusione ha un impatto diretto sul mercato e sul pubblico in generale. Il giudice ha affermato che tale importanza prevale su qualsiasi implicazione che la deposizione porterà in futuro.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro