Gli USA battono la Cina accogliendo i suoi miner di Bitcoin (BTC)

By: Ali Raza
Ali Raza
Ali svolge un ruolo chiave nel team di notizie sulle criptovalute. Ama viaggiare nel tempo libero e gli piace… read more.
on Ott 13, 2021
  • Secondo dati recenti, gli Stati Uniti sono diventati una nuova casa per oltre il 35% dei miner di Bitcoin.
  • I miner si sono trovati in cerca di una nuova casa dopo che la Cina li ha costretti ad andarsene.
  • Ora, più di un terzo di loro si è trasferito negli USA in cerca di energia economica e rinnovabile.

La Cina ha fatto del suo meglio per cacciare i miner di criptovalute dal suo paese e finora ha avuto un enorme successo. Tuttavia, ciò ha lasciato i miner di Bitcoin senza una casa e costretti a cercare un nuovo posto per elaborare le transazioni ed estrarre BTC.

È interessante notare che sembrerebbe che la grande maggioranza di loro si stia rivolgendo agli Stati Uniti, secondo i nuovi dati pubblicati dall’Università di Cambridge.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

L’hashrate di Bitcoin ha iniziato a vedere un recupero significativo di recente e i ricercatori erano interessati a scoprire dove si sono trasferiti i miner, solo per scoprire che, a luglio 2021, il 35,4% dell’hashrate si trova negli Stati Uniti. In altre parole, più di un terzo di tutti i miner di Bitcoin ora lavora negli Stati Uniti, il che rappresenta un aumento del 428% da settembre 2020.

Gli Stati Uniti sono la soluzione migliore per i miner

A differenza della Cina, molti negli Stati Uniti hanno accolto favorevolmente la comunità di mining, con il sindaco di Miami che li ha addirittura invitati apertamente alcuni mesi fa, offrendo loro l’uso dell’energia nucleare della città.

Con i miner che lasciano la Cina, l’analista di dati fintech con sede a Londra, Boaz Sobrado, ha sottolineato che la narrativa della Cina che controlla Bitcoin è completamente andata in pezzi.

Tuttavia, ha senso che i miner vadano negli Stati Uniti. Dopotutto, ha un certo numero di stati che hanno alcuni dei prezzi dell’energia più bassi al mondo, come il Texas. È anche pieno di fonti di energia rinnovabile. Lo stato di Washington è il centro delle imprese di mining alimentate ad acqua, mentre lo stato di New York produce più energia idroelettrica di qualsiasi altro stato ad est delle Montagne Rocciose.

Le centrali nucleari vengono utilizzate anche per raggiungere una pietra miliare dell’elettricità senza emissioni di carbonio al 100%. Tutto ciò è molto vantaggioso per l’industria delle criptovalute, soprattutto a causa di tutte le preoccupazioni sulla sua impronta di carbonio, che ha persino costretto Tesla a smettere di accettare pagamenti in BTC a maggio, secondo l’annuncio di Elon Musk.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money