Hillary Clinton: le crypto potrebbero sovvertire il dollaro e rovinare le nazioni

By: Jinia Shawdagor
Jinia Shawdagor
Jinia è un'appassionata di criptovalute e blockchain con sede in Svezia. Ama tutto ciò che è positivo, viaggiare ed… read more.
on Nov 20, 2021
  • Per la Clinton, le criptovalute potrebbero minacciare le economie globali se finissero nelle mani sbagliate.
  • Il primo ministro indiano, Narendra Modi, afferma che i paesi dovrebbero collaborare sulle criptovalute.
  • Changpeng Zhao, CEO di Binance, crede che le criptovalute siano una tecnologia destinata a durare.

L’ex candidato presidenziale democratico Hillary Clinton ritiene che le criptovalute siano molto interessanti ed esotiche. Tuttavia, sostiene che la nascente asset class ha il potenziale per minare il ruolo del dollaro USA come valuta di riserva.

Crede anche che le criptovalute possano destabilizzare i paesi. Clinton ha condiviso i suoi sentimenti durante il Bloomberg New Economy Forum a Singapore il 19 novembre.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Durante la discussione, Clinton ha invitato gli stati nazionali a prestare maggiore attenzione all’ascesa dell’industria delle criptovalute, dicendo:

C’è un intero nuovo livello di attività che potrebbe essere estremamente destabilizzante o, nelle mani sbagliate o in alleanze con le persone sbagliate, potrebbe essere una minaccia diretta per molti dei nostri stati-nazione e certamente per i mercati valutari globali.

Le opinioni di Clinton rispecchiano quelle dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che ha osservato che Bitcoin (BTC/USD) sembra una truffa e che è solo un’altra valuta che cerca di superare il dollaro USA.

I governi continuano a cercare di tenere a freno lo spazio crypto

Questa notizia arriva mentre diversi paesi continuano a lottare con la regolamentazione delle criptovalute. La Cina ha preso una posizione negativa sulle criptovalute, vietandone il commercio alcuni mesi fa. Adottando un approccio più conservatore, il primo ministro indiano, Narendra Modi, ha affermato che le nazioni democratiche devono lavorare insieme per garantire che lo spazio crypto non finisca nelle mani sbagliate.

D’altra parte, gli Stati Uniti hanno affrontato attivamente i rischi per la sicurezza nazionale presentati dalle criptovalute. Ad esempio, l’amministrazione Biden ha formato una task force per affrontare gli attacchi ransomware legati alle criptovalute dopo che gli attori malintenzionati hanno hackerato Colonial Pipeline all’inizio di quest’anno.

Inoltre, la Casa Bianca ha annunciato che avrebbe offerto taglie fino a 10 milioni di dollari in cambio di informazioni che avrebbero aiutato a tenere traccia dei proventi degli attacchi ransomware da parte degli hacker.

Il presidente Biden ha anche firmato il controverso disegno di legge sulle infrastrutture degli Stati Uniti da $1 trilione. Anche se deve ancora entrare in vigore, la legge introdurrà requisiti di segnalazione più rigorosi per i broker di criptovalute.

Il mondo dovrebbe accettare l’idea di avere criptovalute in giro

Mentre i governi di tutto il mondo stanno lottando per regolamentare lo spazio crypto, Changpeng Zhao, il CEO del più grande exchange di criptovalute Binance, suggerisce che dovrebbero introdurre normative sensate per aiutare il settore a prosperare.

Secondo lui, le criptovalute non sono una valuta o una merce. Afferma che è una tecnologia che alimenterà il futuro sistema finanziario. CZ lo ha affermato durante il Bloomberg New Economy Forum, osservando che le innovazioni tecnologiche potrebbero progredire a un ritmo lento, ma non si fermano mai.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money