IOTA lancia la propria piattaforma di smart contract multi-chain, Assembly

By: Ali Raza
Ali Raza
Ali svolge un ruolo chiave nel team di notizie sulle criptovalute. Ama viaggiare nel tempo libero e gli piace… read more.
on Dic 3, 2021
  • IOTA ha rivelato il lancio di una nuova piattaforma intelligente all'interno del suo ecosistema.
  • Chiamata Assembly, la piattaforma sarà multi-chain, veloce e scalabile e si baserà sullo sharding.
  • Nonostante la piattaforma abbia un lungo elenco di funzionalità, molti ritengono che non sia necessaria.

Secondo il recente post sul blog di IOTA, il progetto sta per rivelare una nuova piattaforma di smart contract nota come Assembly. La piattaforma offrirà tariffe molto competitive, sarà caratterizzata da chain altamente componibili e il suo obiettivo è aiutare ad accelerare l’adozione del Web 3.0. Non solo, ma gli utenti potranno anche utilizzare la piattaforma per lo staking IOTA (MIOTA/USD) e guadagnare ricompense per farlo, questa volta in token ASMB.

In cosa consiste Assembly?

Come spiegato nel post del blog, che è stato effettivamente lanciato sul sito di Assembly e poi ritwittato da IOTA, la piattaforma di Assembly sarà una rete scalabile e multi-chain per smart contract partizionati e componibili. Come alcuni potrebbero già sapere, lo sharding è un metodo popolare per ottenere il ridimensionamento, poiché riduce i tempi di convalida creando gruppi più piccoli di nodi destinati a convalidare le transazioni, invece di farlo fare all’intera rete.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Il progetto consentirà a chiunque utilizzi il protocollo di creare la propria catena di smart contract sharded e persino di definirla utilizzando i propri parametri. Inoltre, aggiunge che tutte le catene di contratti intelligenti costruite sulla rete sono reti completamente condivise, limitate solo dal proprio throughput.

Tuttavia, Assembly sottolinea anche che sarà la rete aperta per costruire e connettere mondi aperti. Questo è qualcosa che Ethereum (ETH/USD) sta tentando di ottenere da molto tempo ormai, ma era troppo limitato dalla propria tecnologia per farlo. Questo è il motivo per cui Vitalk Buterin, il co-fondatore del progetto, ha proposto lo sharding di Ethereum, insieme a diverse altre soluzioni che sarebbero in grado di ridurre il costo delle transazioni.

Assembly ora è riuscito a farlo da solo e distribuirà fino al 70% della sua criptovaluta nativa ASMB alla comunità.

Una cosa da notare è che l’annuncio ha deluso molti, nonostante il lungo elenco di funzionalità che la piattaforma offrirà. La ragione di ciò è il fatto che IOTA ha lanciato smart contract sulla sua rete principale solo un mese fa, motivo per cui molte persone ora ritengono che una rete completamente nuova non sia necessaria.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money