Il prezzo di Bitcoin causa un trend ribassista con un calo del 20%

By: Ali Raza
Ali Raza
Ali svolge un ruolo chiave nel team di notizie sulle criptovalute. Ama viaggiare nel tempo libero e gli piace… leggi di piú.
on Dic 4, 2021
  • Il prezzo di Bitcoin ha visto un forte calo nelle ultime ore, perdendo circa il 20% del suo valore.
  • Il calo dei prezzi ha colpito l'intero settore crypto, così come il tradizionale settore finanziario.
  • Secondo gli esperti, molto deriva dall'incertezza dovuta alla nuova variante del COVID-19.

Il mercato delle criptovalute sta vivendo un altro dei suoi intoppi, con i prezzi che sono crollati parecchio nelle ultime 24 ore. Bitcoin (BTC/USD), ad esempio, è sceso insieme ad altre monete oggi, con il suo prezzo diminuito di oltre il 20%.

Il nuovo comportamento serve come un altro indicatore dell’avversione al rischio che sta dilagando nei mercati finanziari. La moneta è passata da $57.300 il 3 dicembre a un minimo di $45.000 solo poche ore fa. Da allora, è riuscito a recuperare molto leggermente poiché il suo prezzo è tornato a $47.845, anche se al momento non è noto se il prezzo riuscirà o meno a riprendersi in misura maggiore.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Ethereum (ETH/USD) ha visto un crollo a sua volta, scendendo del 17,4% prima di ridurre il ritiro a circa il 10%. I dati di CoinGecko indicano che il mercato crypto ha perso circa un quinto del suo valore in un’ondata ribassista improvvisa.

Anche il mercato finanziario globale è in perdita

Tuttavia, il calo dei prezzi delle criptovalute non è un incidente isolato. È arrivato nel mezzo di un periodo molto volatile per i mercati finanziari nel loro complesso. Con l’aumento dell’inflazione, le banche centrali sono costrette ad inasprire le loro politiche monetarie, il che minaccia di ridurre la liquidità.

In tutto questo, anche l’ultima variante del coronavirus, denominata Omicron, ha avuto un impatto che ha portato all’avversione al rischio a causa delle preoccupazioni globali su ciò che potrebbe significare per la riapertura dell’economia globale. Le azioni di tutto il mondo hanno visto un calo dei prezzi di oltre il 4% in media a novembre. Nel frattempo, gli unici che hanno visto rally sono i beni rifugio come i Treasury.

L’inizio di sabato ha visto anche la liquidazione di circa 2,4 miliardi di dollari di esposizione alle criptovalute, comprese le posizioni lunghe e corte. Si tratta della liquidazione più grande da quella avvenuta il 7 settembre, secondo i dati disponibili.

Inoltre, non aiuta il caso di Bitcoin che ha perso oltre $21.000 da quando ha raggiunto il massimo storico il 10 novembre. Tuttavia, anche con il calo dei prezzi, Bitcoin è ancora in crescita di oltre il 60% quest’anno, il che lo rende migliore della maggior parte degli altri asset.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money