Dorsey propone creazione di un fondo di difesa per sviluppatori BTC

By: Jinia Shawdagor
Jinia Shawdagor
Jinia è un'appassionata di criptovalute e blockchain con sede in Svezia. Ama tutto ciò che è positivo, viaggiare ed… read more.
on Gen 12, 2022
  • Per Dorsey, il fondo cerca di aiutare la comunità Bitcoin, che sta affrontando contenziosi su più fronti.
  • Il fondo si occuperebbe di compiti come trovare e assumere avvocati difensori e pagare spese legali.
  • Dorsey afferma che al momento il fondo non ha bisogno di raccogliere ulteriori fondi operativi.

Jack Dorsey, CEO di Block, ha annunciato l’intenzione di formare Bitcoin Legal Defense Fund, un’organizzazione senza scopo di lucro che offrirebbe protezione legale agli sviluppatori di Bitcoin. Dorsey ha suggerito questa idea tramite un’e-mail che ha inviato oggi alla mailing list dello sviluppatore Bitcoin.

Attraverso questa iniziativa, l’imprenditore americano spera di aiutare la comunità Bitcoin, che è attualmente in contenzioso su più fronti.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Nell’e-mail che ha inviato, Dorsey ha sottolineato:

Il contenzioso e le continue minacce stanno avendo l’effetto previsto; i singoli imputati hanno scelto di capitolare in assenza di supporto legale. Gli sviluppatori open source, che sono spesso indipendenti, sono particolarmente suscettibili alle pressioni legali. In risposta, proponiamo una risposta coordinata e formalizzata per aiutare a difendere gli sviluppatori.

L’e-mail descriveva il Bitcoin Legal Defense Fund come un’entità che aiuterebbe a ridurre al minimo i grattacapi legali che intimidiscono gli sviluppatori, impedendo loro di sviluppare attivamente Bitcoin e progetti correlati come i protocolli di privacy di Lightning Network e Bitcoin.

In particolare, Dorsey ha osservato che il fondo si concentrerebbe sulla difesa degli sviluppatori da azioni legali basate sul loro lavoro nell’ecosistema Bitcoin. Per garantire la sicurezza degli sviluppatori, il fondo si occuperebbe di responsabilità come trovare e mantenere un avvocato difensore, sviluppare una strategia di contenzioso e pagare le spese legali.

Un’opzione gratuita e volontaria per gli sviluppatori

Dorsey ha aggiunto che questa iniziativa è gratuita e volontaria per gli sviluppatori di Bitcoin. Secondo lui, il fondo partirà con un corpo di avvocati volontari e part-time. Ha inoltre sottolineato che il consiglio del fondo sarebbe responsabile della selezione di quali azioni legali e imputati il fondo avrebbe aiutato a difendere.

Dorsey ha osservato:

In questo momento, il Fondo non sta cercando di raccogliere fondi aggiuntivi per le sue operazioni, ma lo farà su indicazione del consiglio se necessario per ulteriori azioni legali o per pagare il personale.

L’email, che è stata co-firmata dal co-fondatore di Chaincode Labs Alex Morcos e dall’accademico Martin White, ha spiegato in dettaglio che il primo compito del fondo sarebbe assumere il coordinamento della causa Tulip Trading, che sostiene che alcuni sviluppatori hanno violato i doveri fiduciari. Inoltre, il fondo fornirà la fonte di finanziamento per consulenti esterni.

Questa notizia arriva dopo Dorsey ha lasciato Twitter alla fine di novembre 2021, abbandonando la posizione di CEO di Parag Agrawal. Subito dopo, ha guidato il rebranding di Square a Block, guidando la società di pagamenti finanziari lungo un percorso blockchain.

Da allora la società ha sperimentato le criptovalute, incluso uno scambio decentralizzato (DEX) per il trading di Bitcoin (BTC/USD) tra le altre criptovalute.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money