GBP/USD tenta di abbassare il prezzo, mentre Broadbent della BoE parla delle prossime misure

By: Michael Harris
Michael Harris
Specializzato in economia dal mondo accademico, con una passione per il trading finanziario, Michael Harris ha collaborato regolarmente a… read more.
on Mag 13, 2020
  • Broadbent della BoE dice che la banca è pronta a intervenire per sostenere l'economia sommersa.
  • L'economista capo della BoE Haldane, avverte che la crisi creerà danni a lungo termine all'economia.
  • GBP/USD non ha superato il test del supporto vicino a $1,2360, con il rischio del rovescio della medaglia.

GBP/USD sta tentando di abbassare il prezzo mentre prova il supporto intorno a 1,23 dollari. Il vice governatore della Banca d’Inghilterra (BoE) per la politica monetaria, Ben Broadbent, afferma che è “abbastanza possibile” che sia necessario un ulteriore allentamento monetario per sostenere l’attività economica.

Analisi fondamentale: BoE pronta a intervenire

Invezz ha riferito la scorsa settimana che il Comitato per la politica monetaria (MPC) della BOE ha deciso di mantenere i tassi di interesse di riferimento a un minimo storico dello 0,1% dopo aver tagliato due volte i tassi dallo 0,75%. Tuttavia, Broadbent della BOE ha ribadito che la banca centrale è pronta a intraprendere ulteriori attività di allentamento monetario.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Sì, è possibile che con il tempo sarà necessario un maggiore allentamento monetario”, ha detto Broadbent alla CNBC.

“La commissione è certamente pronta a fare quanto necessario per adempiere al nostro mandato con rischi ancora in agguato”.

I commenti di Broadbent riflettono il più ampio sentimento della banca centrale. Il suo collega e capo economista della BoE, Andy Haldane, ha avvertito ieri che la crisi economica legata al coronavirus arrecherà danni a lungo termine all’economia del Regno Unito.

“Non è sorprendente quando c’è un enorme impatto sull’economia, come avviene ora e come è successo nel 2009, che si veda un allentamento sia sul fronte fiscale che monetario dato che sono entrambe risposte a un’economia più debole del normale. Non è vero che l’una è una risposta all’altra”, ha aggiunto Broadband.

Per questi motivi, le banche dovrebbero continuare a fornire all’economia crediti a basso costo.

“C’è un grande bisogno per le aziende di potersi superare con tutto il sostegno che può essere fornito sia dal governo che dalle banche”, ha detto.

Analisi tecnica: GBP/USD testa il supporto

La coppia GBP/USD è scesa negli ultimi giorni, dato che ora è quotata al di sotto della linea di tendenza inferiore del triangolo ascendente. Pertanto, il rischio è al ribasso in quanto i bears sembrano avere il controllo dell’azione del prezzo.

Grafico giornaliero GBP/USD (TradingView)

Gli acquirenti sono riusciti a difendere il supporto di 1,2270 dollari durante la notte, prima di spingere l’azione di prezzo verso l’alto per un nuovo test della linea di tendenza di supporto rotta a 1,2360 dollari. Il ritorno al ribasso è fallito e l’azione del prezzo è scesanuovamente verso il basso.

Se il supporto di circa 1,2270 dollari cede, i venditori si muoveranno a 1,22 dollari, che è un minimo di 1 mese per la sterlina. Guardando un livello inferiore, la soglia di 1,22 dollari è la prossima.

In sintesi

GBP/USD sta testando il supporto intorno a $1,23 dopo che la coppia ha fallito il retest del supporto precedente, ora diventato resistenza, vicino a $1,2360. Nel frattempo, Broadbent della BoE ha ribadito che la BoE è pronta a facilitare ulteriormente il supporto alle imprese e all’economia in difficoltà.