Il prezzo delle azioni Barratt è sceso del 5% per paura di una seconda ondata di COVID-19

By: Michael Harris
Michael Harris
Specializzato in economia dal mondo accademico, con una passione per il trading finanziario, Michael Harris ha collaborato regolarmente a… read more.
on Mag 15, 2020
  • Barratt riaprirà il 50% dei suoi cantieri edili nel mese di maggio.
  • La società avverte che quest'anno il numero di case completate è basso a causa delle misure di lockdown.
  • Il prezzo delle azioni è sceso del 5% al minimo storico di 3 settimane vicino alla soglia di 4,5 sterline.

Ieri, le azioni di Barratt Developments (LON:BDEV) sono scese del 5%, mentre aumentano le preoccupazioni degli investitori per la seconda ondata di contagi e il rischio di una recessione globale.

Analisi fondamentale: selloff indice FTSE e i problemi di Barratt

Gli investitori britannici sono sempre più preoccupati che non ci sarà una rapida ripresa, poiché molti Paesi in tutto il mondo segnalano un aumento dei casi di infezione dopo l’allentamento delle misure di lockdown.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

L’indice FTSE è sceso del 2,5%, con solo quattro dei suoi componenti chiusi in verde. Uno dei titoli con le peggiori performance della giornata è stato Barratt, che ha perso il 5% a causa della preoccupazione che una recessione globale e una lenta ripresa possano continuare a creare danni al mercato immobiliare.

“Un avvertimento dall’alto della banca centrale degli Stati Uniti riguardo i problemi futuri, non ha avuto effetti positivi sui mercati”, ha riferito l’analista del London Capital Group Jasper Lawler.

“Il presidente della Fed Jerome Powell ha avvertito ieri che probabilmente saranno necessari ulteriori stimoli negli Stati Uniti per contrastare i danni economici causati dal virus e le problematiche volte a contenerne la diffusione”.

Tuttavia, il colosso edilizio britannico Barratt ha riferito che ascolterà la guida del governo e inizierà i lavori di costruzione questo mese. Circa il 50% dei cantieri di Barratt ospiterà i lavoratori questo mese nel graduale ritorno alle normali attività.

Invezz ha riferito che il premier britannico Johnson ha esortato i lavoratori edili a tornare al lavoro a partire dal prossimo lunedì. Barratt ha comunicato che i suoi centri di vendita e le sue unità abitative rimarranno chiusi.

“Con la riapertura graduale dei nostri cantieri, una parte significativa della nostra forza lavoro potrà tornare al lavoro nel corso del mese di maggio”, ha detto la società edile.

“Abbiamo creato una serie dettagliata di pratiche di lavoro e protocolli per i dipendenti e i subappaltatori per garantire che possiamo riaprire i nostri cantieri in sicurezza, in modo graduale e misurato, riducendo al minimo i rischi”, ha aggiunto il CEO David Thomas.

Barratt ha avvertito che si aspetta un basso numero di case completate quest’anno a causa dell’epidemia di COVID-19 e delle misure di isolamento.

Analisi tecnica: prezzo delle azioni in picchiata

Ieri il prezzo delle azioni Barratt è sceso del 5% toccando un nuovo minimo delle ultime 3 settimane, mentre i venditori hanno consolidato i propri guadagni al di sotto delle 5,00 sterline. Le azioni dello sviluppatore sono crollate del 60% da quando l’epidemia globale di COVID-19 è iniziata a febbraio e sono quotate ai livelli più bassi dal 2013.

Grafico giornaliero delle azioni Barratt (TradingView)

I bears mireranno ora al livello di 4,30 sterline, il che segna un importante supporto/resistenza orizzontale per il prezzo delle azioni. Una rottura di questo livello aprirebbe la strada ad un viaggio verso i minimi di febbraio vicino alla maniglia delle 3,5 sterline.

In sintesi

Le quotazioni di Barratt Developments sono state tra le peggiori performance della giornata di giovedì, poiché i timori degli investitori per una seconda ondata di virus continuano a crescere. Lo sviluppatore ha dichiarato di voler riprendere i lavori di costruzione nel 50% dei suoi cantieri edili questo mese.