GBP/USD scende al di sotto del supporto chiave sulla decisione BOE e sui dati economici statunitensi

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo… read more.
on Giu 18, 2020
  • GBP/USD scende al livello più basso del mese dopo la decisione della BOE sul tasso di interesse.
  • BOE lascia invariato il tasso di interesse e aggiunge 100 Mld GBP nel piano di allentamento quantitativo.
  • Negli USA, i dati della Fed di Philadelphia mostrano che il manifatturiero è ripartito a maggio.

La coppia GBP/USD è diminuita di quasi l’1% dopo la decisione della Banca d’Inghilterra (BoE) in merito al tasso di interesse. La coppia è quotata a 1,2562, che è sostanzialmente inferiore al massimo di questa settimana di 1,2688. Anche l’indice della sterlina, che misura la performance della sterlina rispetto ai peers, è sceso di 75 punti base.

GBPUSD
GBP/USD crolla dopo i dati della BOE e del manifatturiero USA

L’economia del Regno Unito è in difficoltà

Il Regno Unito è stato tra i Paesi più colpiti in Europa. Secondo Worldometer, il Paese ha più di 299.251 infezioni e più di 42.000 morti. Per quanto riguarda le infezioni, il Paese è il quinto dopo Stati Uniti, Brasile, Russia e India. Per quanto riguarda i decessi, è il terzo dopo Stati Uniti e Brasile.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Anche l’economia del Paese è tra le più colpite. In una dichiarazione rilasciata all’inizio di questo mese, l’OCSE (un club di Paesi ricchi) ha affermato che il Regno Unito sarà l’economia più colpita quest’anno nel G7. Si aspetta una contrazione dell’economia dell’11,5% quest’anno.

Anche le aziende sono in difficoltà. La scorsa settimana Centrica ha annunciato che quest’anno taglierà più di 5000 posti di lavoro. Johnson Matthey, il gigante industriale, ha detto che taglierà 2500 posti di lavoro. Allo stesso modo, con i viaggi globali in difficoltà, Heathrow ha avviato un programma di licenziamento di circa 7.000 lavoratori.

Allo stesso tempo, i numeri economici del Regno Unito sono terribili. Proprio ieri i dati dell’Office of National Statistics (ONS) hanno mostrato che l’inflazione è scesa al livello più basso dal 2016. Questo calo è dovuto principalmente a un calo del 16,7% dei prezzi dei carburanti e delle attività ricreative e culturali.

Decisione della Banca d’Inghilterra

La coppia GBP/USD ha subito un brusco calo dopo che la Banca d’Europa ha emesso oggi la sua decisione sul tasso d’interesse. Come era ampiamente previsto, la banca ha deciso di lasciare invariati i tassi di interesse allo 0,10%.

Ha anche deciso di aumentare il suo programma di allentamento quantitativo di 100 miliardi di sterline. Questo porta l’autorizzazione totale del finanziamento a 745 miliardi di sterline. Soprattutto, ha annunciato che gli acquisti di gilt saranno effettuati a un ritmo più lento in futuro.

Un’altra parte importante è che la banca ha deciso di evitare tassi negativi tutti insieme. La dichiarazione di politica monetaria non ne parlava nemmeno. La banca ha detto:

“La situazione senza precedenti significa che le prospettive per il Regno Unito e per le economie globali sono insolitamente incerte. Dipenderà in modo critico dall’evoluzione della pandemia, dalle misure adottate per proteggere la salute pubblica e da come i governi, le famiglie e le imprese risponderanno a questi fattori”.

In un rapporto successivo alla decisione, gli analisti di ING hanno detto:

“Tuttavia, la miriade di rischi che l’economia si trova ad affrontare suggerisce che la Banca potrebbe subire ulteriori pressioni per fare di più, e ciò alimenterà senza dubbio la discussione sui tassi negativi”.

La BOE non è stata l’unica banca centrale a prendere la sua decisione oggi. La BNS ha lasciato invariati i tassi in Svizzera, mentre la Norges Bank si è mostrata ottimista nella sua decisione odierna. La banca centrale indonesiana ha tagliato i tassi per la terza volta quest’anno.

Rimbalzo della produzione negli Stati Uniti

La coppia GBP/USD ha reagito anche ai dati provenienti dagli Stati Uniti. Secondo il Bureau of Labour Statistics (BLS), più di 1,50 milioni di americani hanno presentato la richiesta per ottenere l’indennità di disoccupazione nella settimana precedente. Questo numero è stato migliore di quello della settimana scorsa, 1,56 milioni. È anche il numero più basso rilasciato da marzo di quest’anno. Il numero di sinistri in ritardo è sceso dai precedenti 20,6 milioni a 20,5 milioni.

Nel frattempo, l’industria manifatturiera negli Stati Uniti è in ripresa. Questo secondo gli ultimi dati della banca centrale di Philadelphia.

I dati hanno mostrato che l’indice di produzione è salito a 27,5 a maggio, dopo il crollo a meno del 43,1 a maggio. Tutti gli indici hanno mostrato un miglioramento. L’indice CAPEX è passato da 15,20 a 26,30, mentre l’indice dell’occupazione è migliorato da -15,3 a -4,3. Allo stesso tempo, l’indice dei nuovi ordini è migliorato da -25,7 a 16,7, mentre i prezzi pagati sono saliti a 11,10.

Prospettive tecniche GBP/USD

Sul grafico giornaliero, la GBP/USD è scesa al livello più basso dal 1 giugno. Il prezzo ha anche superato l’importante soglia del 50% del livello di ritracciamento di Fibonacci. È anche al di sotto della media mobile esponenziale a 50 e 100 giorni. Il Relative Strength Index (RSI) si è spostato al livello di ipervenduto. La coppia continuerà probabilmente a scendere mentre i ribassisti tenteranno di scendere al di sotto di 1,2300.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro