Il prezzo GBP/USD estende i guadagni e sale di nuovo oltre 1,25$

Scritto da: Michael Harris
Luglio 2, 2020
  • GBP/USD ha esteso la sua corsa rialzista per tornare nuovamente oltre 1,25$ dopo la forte chiusura di ieri.
  • Boris Johnson ha ribadito che la politica di congedi non sarà prorogata oltre il mese di ottobre.
  • I rialzisti ora spingeranno probabilmente verso una forte area di resistenza intorno a 1,26 dollari.

Il prezzo GBP/USD ha continuato oggi la sua crescita arrivando di nuovo a superare la cifra di 1,25 dollari, mentre i buyer ora puntano la soglia di 1,26 dollari. Nel frattempo, il premier Johnson ha ribadito che la politica di sospensione dei contratti per le aziende non verrà prorogata oltre il mese di ottobre.

Analisi fondamentale: non sono previste proroghe

Il primo ministro britannico, Boris Johnson, ha lanciato un avvertimento “molto schietto” agli inglesi dicendo che l’attuale politica di sospensione dei contratti non sarà prorogata oltre il mese di ottobre. Il programma, che ha protetto oltre 9 milioni di posti di lavoro negli ultimi mesi, è già stato prorogato una volta.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Devo essere molto, molto schietto con voi. Abbiamo speso 120 miliardi di sterline per sostenere le persone, è un impegno enorme e abbiamo voluto tendere le braccia a favore di tutti”, ha detto Johnson.

“Ora il miglior modo di procedere è collaborare per sconfiggere il virus e rimettere in piedi l’economia. Faremo cose straordinarie; costruiremo, costruiremo, costruiremo, costruiremo, investiremo massicciamente nel nostro Paese”.

Il regime, che prevede il pagamento fino all’80% degli stipendi, inizierà a diminuire già da agosto. Si ritiene che costerà al paese circa 60 miliardi di sterline.

“State tenendo le persone a casa impedendo loro di lavorare. Sono assolutamente franco con voi, stiamo spingendo la cosa fino a ottobre, ma alla fine bisognerà far ripartire l’economia”, ha aggiunto Johnson.

Le parole di Johnson non faranno bene per gli affari dato che la BoE ha detto che si aspetta che il picco di disoccupazione arrivi nel quarto trimestre, quando il piano di congedo sarà terminato.

L’analista valutario della Bank of America ha affermato la scorsa settimana che la sterlina dovrebbe essere considerata una valuta dei mercati emergenti.

Analisi tecnica: la sterlina sale

Il prezzo GBP/USD è riuscito a tornare sopra la soglia di 1,25 dollari dopo aver aspettato negli ultimi giorni. La chiusura di ieri sopra la 100-DMA ha aperto la strada al prolungamento di una bull run per raggiungere un nuovo massimo di 1 settimana a 1,2530 dollari.

Grafico giornaliero GBP/USD (TradingView)

I rialzisti stanno ora puntando alla soglia da 1,26 dollari dove si trova una confluenza di vari livelli di resistenza. L’area tra 1,26 e 1,2740 dollari è composta da livelli di resistenza orizzontale e diagonale, compreso quello della 200-DMA a 1,2680 dollari.

In sintesi

Il prezzo GBP/USD ha esteso oggi i suoi guadagni dopo aver ottenuto con successo una chiusura al di sopra della soglia di 1.2460 dollari nella giornata di ieri. I buyer stanno ora cercando di portare i movimenti di prezzo verso 1,26 dollari. In una notizia separata, Borish Johnson ha ribadito che il piano di sospensione dei contratti dei lavoratori dipendenti non verrà esteso oltre il mese di ottobre.