Microsoft potrebbe raggiungere 250$ per azione nel 2020 per nuovi contratti governativi

By: Michael Harris
Michael Harris
Specializzato in economia dal mondo accademico, con una passione per il trading finanziario, Michael Harris ha collaborato regolarmente a Invezz. La… read more.
on Ago 23, 2020
  • Microsoft ha vinto un contratto con il Dipartimento della Difesa, per un valore di $10 miliardi.
  • Il gigante della tecnologia ha attirato l'attenzione di altri governi in tutto il mondo per il contratto JEDI.
  • Il prezzo delle azioni MSFT ha raggiunto un nuovo record questa settimana.

Le azioni di Microsoft Corp (NASDAQ: MSFT) hanno raggiunto un nuovo record questa settimana superando i 217$ mentre gli acquirenti continuano a dominare l’azione di prezzo. Le ultime notizie dagli Stati Uniti mostrano che il gigante della tecnologia potrebbe vincere una nuova serie di contratti con i governi di tutto il mondo.

Analisi fondamentale: il successo JEDI

La Joint Enterprise Defense Infrastructure, o JEDI, potrebbe rivelarsi molto più preziosa per Microsoft di quanto inizialmente previsto. Questo servizio basato su cloud, creato per il Dipartimento della Difesa con un’attenzione particolare ai livelli di classificazione della sicurezza, ha apparentemente attirato l’attenzione di altri governi in tutto il mondo.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Abbiamo collaborato con i governi di tutto il mondo su una base affidabile e di lunga data per quattro decenni”, ha riferito alla CNBC il portavoce di Microsoft.

“Abbiamo governi che utilizzano i nostri prodotti per migliorare i loro servizi con le ultime innovazioni commerciali, per impegnarsi profondamente e connettersi con i cittadini in modi potenti e per fornire ai dipendenti governativi gli strumenti moderni di cui hanno bisogno per essere più efficienti ed efficaci e per fornire loro tempo necessario per concentrarsi sulla missione dell’agenzia”.

Il contratto JEDI arriverà ad un valore di $10 miliardi nei prossimi dieci anni. Microsoft ha iniziato a esplorare altre opzioni dopo che Amazon ha contestato legalmente il contratto che Microsoft ha ottenuto dal Dipartimento della Difesa.

Amazon Web Service (AWS) ha contestato l’assegnazione del contratto a Microsoft l’anno scorso, prima che il tribunale emettesse un’ordinanza restrittiva temporanea che bloccava ulteriori avanzamenti del contratto.

Amazon sostiene che l’amministrazione di Trump è prevenuta contro Amazon, ed è per questo che Microsoft si è aggiudicata il contratto multimiliardario.

“Quando hai un presidente in carica che è disposto a dichiarare apertamente che non gli piace una società e il relativo CEO, è difficile per le agenzie governative, incluso il Dipartimento della Difesa, prendere decisioni obiettive senza timore di ripercussioni. E penso che sia pericoloso e rischioso per il nostro Paese,” ha detto il capo di AWS di Amazon, Andy Jassy.

Analisi tecnica: MSFT a un nuovo massimo

Le azioni di Microsoft sono aumentate questa settimana arrivando a un nuovo record superando i 217$. I rialzisti sono riusciti a violare la resistenza dell’estensione di Fibonacci del 127,2% a 206$. L’azione dei prezzi si è ritirata toccando questo livello, che ora è diventato un supporto, prima di tentare rialzi per raggiungere nuovi livelli record.

Grafico mensile delle azioni Microsoft (TradingView)

È probabile che gli acquirenti di MSFT spingano l’azione dei prezzi più in alto verso i 227$ dove si trova la prossima estensione di Fibonacci. Nel caso in cui Microsoft riesca a vincere più contratti multimiliardari grazie al suo contratto JEDI, questi guadagni potrebbero tradursi in un rialzo di circa il 20% per le azioni MSFT.

In sintesi

Il prezzo delle azioni Microsoft ha raggiunto un nuovo massimo storico questa settimana superando i 217$ mentre gli acquirenti continuano a dominare l’azione dei prezzi. Mentre il contratto JEDI di Microsoft è legalmente contestato negli Stati Uniti, il colosso della tecnologia potrebbe cercare di esportarlo a livello globale.