Provident Financial plc in perdita nell’H1 fiscale

Di:
su Aug 26, 2020
Listen
  • Provident Financial plc oscilla a £32,6 milioni di perdita nel primo semestre fiscale.
  • Il mutuante ha stanziato £240 milioni per coprire le perdite attese su crediti.
  • I clienti CCD di Provident sono diminuiti da 531.000 a 379.000.

Segui Invezz su TelegramTwitter e Google Notizie per restare aggiornato >

Provident Financial plc (LON: PFG) ha dichiarato nella giornata di oggi di aver concluso il primo semestre fiscale (H1) in perdita poiché ha accantonato 240 milioni di sterline per coprire le perdite su crediti previste a causa della pandemia di Coronavirus. Oggi, nel tentativo di attutire il colpo economico del COVID-19, Provident ha anche deciso di sospendere il suo dividendo.

Stai cercando segnali e avvisi da parte di trader professionisti? Iscriviti a Invezz Signals™ GRATIS. Richiede 2 minuti.

Per la divisione del credito al consumo (CCD), l’istituto di credito britannico ha riportato un aumento del rapporto di copertura delle perdite al 71,6% poiché ha avvertito che la perdita di posti di lavoro si tradurrà in un forte aumento dei crediti inesigibili. Provident ha nominato Margot James come direttore non esecutivo nell’ultima settimana di luglio.

Commenti degli analisti di Goodbody sull’H1 di Provident

Copy link to section

Secondo gli analisti di Goodbody, tuttavia:

“Avrebbe potuto andare molto peggio. Sebbene le svalutazioni siano molto elevate, alcune di queste saranno viste come una forma di eccessiva prudenza da parte della direzione e dovrebbero ridurre la necessità di addebiti sostanziali nei prossimi trimestri”.

A seguito della dichiarazione, oggi il fornitore di prestiti è salito di circa il 14% in borsa. Includendo l’azione dei prezzi, Provident è ora scambiato a 229 pence per azione. In confronto, il titolo era sceso a 145 pence per azione a metà maggio, quando l’impatto del COVID-19 era al suo apice. Interessato al trading di azioni online? Ecco come acquistare azioni online nel 2020.

Secondo quando dichiarato da Provident, il numero dei suoi clienti CCD è sceso da 531.000 l’anno scorso a 379.000 alla fine del primo semestre fiscale. Il calo, ha aggiunto la società, è stato attribuito a condizioni di prestito più rigide.

Il CEO Malcolm prevede un aumento della domanda di prestiti

Copy link to section

Il CEO, Malcolm Le May, ha previsto un aumento della domanda di prestiti nei prossimi mesi poiché il COVID-19 continua ad alimentare la disoccupazione. Ha dichiarato:

“Il nostro mercato crescerà a causa della pandemia, ma al momento sembra che l’offerta di credito nel mercato stia diminuendo, il che non può essere un buon risultato né per i clienti né per le politiche pubbliche per il Regno Unito”.

A 32,6 milioni di sterline, il risultato ante imposte del mutuante con sede a Bradford nel periodo di sei mesi che si è concluso il 30 giugno è stato significativamente peggiore degli 80,4 milioni di sterline di utile dello stesso periodo dello scorso anno. Provident sta attualmente faticando per far annullare le pesanti multe sostenute a causa delle sue pratiche di vendita in passato.

Al momento, la società ha un valore di 588 milioni di sterline e ha un rapporto prezzo/utili di 7,02.

UK Borsa Europa Finanza Mondo