Mitsui & Co venderà entro il 2030 le quote rimanenti nelle centrali elettriche a carbone

Scritto da: Wajeeh Khan
Ottobre 12, 2020
  • Mitsui & Co venderà entro il 2030 le quote rimanenti nelle centrali elettriche a carbone.
  • L'azienda giapponese genera oltre il 65% dei suoi profitti da metalli ed energia.
  • Mitsui lancerà progetti di GNL nella Russia artica e in Mozambico prima del 2025.

Mitsui & Co (TYO: 8031) ha dichiarato venerdì tardi che si è impegnata a raggiungere il suo obiettivo di emissioni nette zero entro il 2050. Prima dell’inizio del prossimo decennio, ha aggiunto la società, passerà interamente al gas e non lo farà più hanno una partecipazione nelle centrali elettriche a carbone.

Mitsui è stata una delle aziende giapponesi in cui l’investitore miliardario statunitense Warren Buffett ha investito un totale di 4,6 miliardi di sterline a settembre.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Venerdì, le azioni della società sono rimaste invariate nel trading pre-mercato. Nelle ore successive, Mitsui & Co è scesa di oltre l’1% raggiungendo un minimo intraday di 13,34 sterline per azione. Alla fine di aprile, il titolo era sceso a un minimo a 10,31 sterline per azione dopo aver iniziato l’anno a 14,22 sterline per azione. Clicca qui per avere maggiori informazioni su come scegliere le azioni vincenti.

Mitsui genera oltre il 65% dei suoi profitti da metalli ed energia

In un’intervista, il CEO di Mitsui, Tatsuo Yasunaga, ha dichiarato:

“Possediamo ancora partecipazioni in impianti a carbone in Indonesia, Cina, Malesia e Marocco, ma il nostro obiettivo è di portarle a zero entro il 2030.”

Mitsui fa affidamento sulle sue attività nel settore dell’energia e dei metalli per oltre il 65% dei suoi profitti. La società ha anche espresso il piano di abbandonare il petrolio venerdì che l’aiuterà ulteriormente a svolgere il suo ruolo nel ridurre al minimo il cambiamento climatico. Il CEO ha dichiarato:

“Con la crisi del COVID-19, abbiamo posticipato gli investimenti in alcuni accordi petroliferi a monte, ma i nostri progetti di gas naturale liquefatto (GNL) sono sulla buona strada.”

Un consiglio: cerchi un'app per investire oculatamente? Fai trading in tutta sicurezza iscrivendoti alla nostra preferita, eToro: visita e crea un account

Mitsui lancerà progetti GNL nella Russia artica e in Mozambico

L’azienda giapponese afferma che le sue attività energetiche, attraverso partecipazioni, sono attualmente pari a 181 mila barili equivalenti di petrolio al giorno (BPD) di gas e 78 mila BPD di petrolio greggio. Mitsui dovrebbe lanciare progetti GNL entro il 2025 nella Russia artica e in Mozambico, una mossa che si tradurrà in un calo del suo rapporto di greggio entro l’inizio del prossimo decennio.

Yasunaga ha anche detto in una dichiarazione:

“L’energia rinnovabile non può sostituire tutte le altre fonti di energia in un colpo solo. Il gas si abbina bene all’energia rinnovabile volatile poiché la generazione di energia a gas è facile da accendere e spegnere.”

Ha anche sottolineato che la società era interessata a passare a un’energia più pulita, compresi progetti sull’idrogeno e parchi eolici offshore. Al momento, la società con sede a Tokyo che opera a livello internazionale ha una capitalizzazione di mercato di 23 miliardi di sterline e un rapporto prezzo/utili di 9,61.