Ripple dona £7,7 milioni a Mercy Corps per promuovere l’inclusione finanziaria

By: Jinia Shawdagor
Jinia Shawdagor
Jinia è un'appassionata di criptovalute e blockchain con sede in Svezia. Ama tutto ciò che è positivo, viaggiare ed… read more.
on Ott 16, 2020
  • Con questa donazione, Mercy Corps mira a raggiungere 10 milioni di persone nel prossimo decennio.
  • Mercy Corps vuole usare FinTech per interrompere l'attuale sistema finanziario antiquato.
  • Il contributo di Ripple vedrà anche Mercy Corps e Mercy Corps Ventures lanciare FinX.

Ripple ha donato 7,73 milioni di sterline a Mercy Corps, un’organizzazione non governativa di aiuti umanitari, che cerca di creare opportunità economiche in Paesi che hanno sistemi finanziari difettosi. Ripple ha svelato questa notizia tramite un annuncio ufficiale, sottolineando che questo contributo cerca di aiutare Mercy Corps a espandere l’inclusione finanziaria e aumentare l’empowerment economico in tutto il mondo. Secondo quanto riferito, Ripple permetterà anche alla ONG di sfruttare i suoi asset digitali nel suo lavoro di inclusione finanziaria.

Secondo l’annuncio, Mercy Corps avrebbe aiutato più di 220 milioni di persone a sopravvivere a un’ampia gamma di conflitti umanitari. Attraverso la collaborazione con Ripple e il suo braccio no-profit, RippleWorks, l’organizzazione mira a sfruttare varie tecnologie finanziarie digitali come registri distribuiti e criptovalute per migliorare l’inclusione finanziaria nei mercati emergenti in un progetto di tre anni. Ripple ha continuato a svelare che sta già lavorando con Mercy Corps Ventures per identificare i piloti vitali e investire in startup in fase iniziale nelle regioni del Sud America e dell’America Latina.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Oltre a questo, Ripple ha rivelato che il suo contributo sosterrà la formazione del personale sul campo di Mercy Corps, che avrà il compito di utilizzare soluzioni finanziarie digitali per risolvere le difficoltà finanziarie che le persone nelle suddette regioni stanno affrontando. Attraverso questa iniziativa, Mercy Corps cerca di affrontare le sfide finanziarie che interessano 10 milioni di persone nei prossimi 10 anni.

Interrompere l’attuale sistema finanziario antiquato

Spiegando come questa partnership segna un’importante pietra miliare per garantire l’inclusione finanziaria, il Senior Managing Director di Mercy Corps Ventures, Scott Onder, ha affermato:

“Il sistema finanziario esistente è frammentato, antiquato ed esclusivo, lasciando 1,7 miliardi di persone senza banche e escludendo in modo sproporzionato le donne. Le tecnologie emergenti di fintech, criptovaluta e blockchain hanno il potenziale per trasformarlo radicalmente, ma ci sono rischi sostanziali per le persone più vulnerabili del mondo se le loro esigenze non vengono prese in considerazione mentre queste nuove tecnologie vengono progettate e implementate. Sfrutteremo le nostre risorse globali e la nostra portata per garantire che le voci della comunità vengano ascoltate e le popolazioni vulnerabili non siano lasciate indietro nella rivoluzione fintech.”

Grazie al contributo di Ripple e RippleWorks, Mercy Corps e Mercy Corps Ventures potranno anche lanciare un progetto congiunto chiamato FinX. Secondo quanto riferito, questa iniziativa mira a migliorare l’inclusione finanziaria nei mercati in difficoltà concentrandosi su prodotti costruiti attorno a tecnologie di registro distribuito.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro