Prospettive per il dollaro con la vittoria di Joe Biden

By: Michael Harris
Michael Harris
Specializzato in economia dal mondo accademico, con una passione per il trading finanziario, Michael Harris ha collaborato regolarmente a… read more.
on Ott 24, 2020
  • Una vittoria di Joe Biden alle elezioni potrebbe portare alla tendenza alla svalutazione del dollaro.
  • Stephen Roach, un economista, prevede un calo del 35% del biglietto verde entro la fine del 2021
  • Il dollaro potrebbe rivedere i minimi pluriennali a $88,30, ovvero $1,25 per EUR/USD.

Gli analisti ritengono che sia probabile che il dollaro inizi un ciclo ribassista nel caso in cui il candidato democratico, Joe Biden, vinca nelle elezioni del prossimo mese, .

Analisi fondamentale: il dollaro resta vulnerabile

Il dollaro USA rimane vulnerabile a una “sostanziale svalutazione” poiché l’aspetto fondamentale del mercato punta verso un ritiro più profondo, avverte Eric Robertsen di Standard Chartered.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Hai il doppio deficit negli Stati Uniti che peggiora, hai la bilancia commerciale nel peggiore degli ultimi 15 anni,” ha detto Robertsen.

Secondo lui, è probabile che l’esito delle elezioni del prossimo mese determini il percorso del dollaro per i prossimi anni. Una vittoria del candidato democratico Joe Biden potrebbe eventualmente portare alla tendenza alla svalutazione del dollaro nei prossimi anni.

Per settimane, gli analisti hanno sostenuto che il dollaro potrebbe essere nei guai se Biden vincesse. D’altra parte, Donald Trump potrebbe rendere l’azione dei prezzi “un po’ più disordinata a breve termine,” secondo Robertsen.

“Se dovessi vedere un’inversione di tendenza, a causa del commercio globale o di un cambiamento nell’agenda economica interna degli Stati Uniti, e combinato con il fatto che gli Stati Uniti non hanno più un vantaggio in termini di tasso di interesse rispetto ai loro pari del G-10, Penso che si possa fare un caso molto convincente per un deprezzamento del dollaro pluriennale,” ha detto.

Alle parole di Robertsen fa eco l’economista Stephen Roach, che ritiene che il dollaro potrebbe registrare un forte calo nel 2021. Prevede un calo del 35% entro la fine del 2021.

Analisi tecnica: minimi pluriennali previsti

L’indice del dollaro (DXY) ha chiuso la settimana oltre l’1% in meno per segnare le maggiori perdite settimanali da luglio. Gli investitori sono sempre più fiduciosi che Biden possa vincere le elezioni, il che aggiungerà una pressione significativa sul dollaro.

Grafico giornaliero dell’indice del dollaro (TradingView)

La vittoria di Biden potrebbe spingere il dollaro sotto il minimo di agosto verso i livelli di aprile 2018 a 91,70 dollari, con i 91 dollari che segnano il primo obiettivo più grande al ribasso. Tuttavia, è probabile che l’handle di 92 dollari offra un supporto significativo ai rialzisti.

Uno scenario più estremo ipotizza un movimento inferiore ai minimi pluriennali a 88,30 dollari, che si tradurrebbe in 1,25 dollari per EUR/USD. Clicca qui per confrontare i migliori broker forex con conti demo gratuiti.

In sintesi

Gli analisti ritengono che la vittoria di Joe Biden nelle elezioni del prossimo mese possa rendere il dollaro statunitense notevolmente vulnerabile nei prossimi anni.